Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

PAS. Sorelle, non è un errore quello di stroncarla ´a prescindere´ ? - di Yasmin Abo-Loa

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


PAS. Sorelle, non è un errore quello di stroncarla 

´a prescindere´ ? - di Yasmin Abo-Loa

10/05/2010 - 21.20

Sorelle, una riflessione: forse nello stroncare a prescindere si cade nell'errore. La PAS purtroppo esiste, non è l'invenzione di un povero pazzo come voi vorreste insinuare.

In tutto il mondo gli studi di Gardner hanno trovato riscontro a livello universitario, in Italia sono stati approfonditi da una moltitudine di accademici ambosessi, da Guglielmo Gullotta (TO) ad Isabella Buzzi (MI), da Vittorio Vezzetti (VA) a Loretta Ubaldi (RM).

La vostra analisi della PAS, inoltre, parte da un presupposto falso: il bambino che rifiuta di incontrare il padre perché dal padre è stato abusato, dovrebbe essere costretto ad incontrarlo forzatamente se solo questi dichiarasse che è la madre a “programmarlo”.

Ma stiamo scherzando?

Sorelle, ma dove avete letto Gardner ?

La PAS non ha nulla a che vedere con gli abusi sessuali. Il condizionamento del figlio avviene gradatamente attraverso la riscrittura dei ricordi, la complicità indotta dal genitore programmante, la denigrazione continua del genitore bersaglio e l’applicazione sistematica di caratteristiche negative ad ogni sua iniziativa.

L’obbiettivo è quello di generare nei bambini programmati il rifiuto di frequentare il genitore bersaglio, anchesenza che sia mai stata presentata alcuna denuncia per abusi sessuali.

Il genitore “programmante” considera i figli un proprio possesso esclusivo, non vuole che l’ex coniuge abbia alcun ruolo nel processo di crescita, quindi condiziona i figli a rifiutare gli incontri per poi dire “io non mi oppongo, sono loro che non vogliono andare dal padre”

Egli Rifiuta di riconoscere un particolare: ha lavorato nell’ombra mesi, a volte anni, per raggiungere il risultato voluto. A volte si può innescare il processo contrario: il genitore programmante ha bisogno di trovare uno straccio di motivazione al rifiuto dei figli, quindi insinua la più turpe delle accuse

In ogni caso, il più grande atto di disinformazione è insinuare che per il padre sia sufficiente dire “c’è la PAS” per togliere i figli alla madre. La PAS, se c’è, deve essere diagnosticata da un consulente nominato dal Tribunale.

Non si tratta quindi di uno strumento dato ai padri pedofili/aguzzini per continuare ad abusare dei propri figli; è falso, sfacciatamente falso, vergognosamente falso.

Si tratta di predisporre i dovuti accertamenti (ad opera di personale appositamente formato) per evitare che un genitore consideri i figli una proprietà da togliere all’altro, e per raggiungere il suo scopo sia disposto a tutto, anche a violentare emotivamente i figli stessi.

Indurre all’odio verso un genitore è un abuso nei confronti dei figli, vogliamo riconoscerlo ?

Sorelle, la PAS non si è mai occupata di pedofilia, come mai questa forzatura così accanita ? Ho tutta la letteratura scientifica di Gardner in lingua originale, se può servire consultiamola insieme, punto per punto.

Come mai la sequela di informazioni distorte, denigratorie, inventate ? Come mai lo spettro della pedofilia viene fato aleggiare su ciò che non vi piaccia, dall’affido condiviso alla PAS ?

Come mai questa maniacale ricerca del legame con la pedofilia, tirato a forza su  argomenti con i quali non nulla ha a che fare ?

Questa sessualizzazione forzata per generare terrore, questa fobia per il sesso è di stampo clericale, non certo di sinistra. Sembra di sentir parlare Ratzinger...

Inoltre, in merito all’allontanamento dei figli dal genitore violento… sacrosanto, ma quando il genitore violento è la madre ?

Qualcuna di noi può sostenere che nessuna madre abbia mai fatto del male, fisicamente ed emotivamente, ai propri figli ? Tutte le ricerche mondiali dimostrano il contrario.

Secondo Bunny Sewell “in tutto il mondo l’82% delle persone subiscono la loro prima esperienza violenta per mano di una donna".

Per un caso che emerge ce ne sono mille che rimangono nel silenzio delle mura domestiche, milioni di casi di violenza quotidiana dei quali non si saprà mai nulla.

Ridurre il problema al facile teorema donna-buona/uomo-cattivo appare limitativo, colpevolmente miope, gravemente fuorviante. “Noi siamo il Bene, loro il Male”, “Noi l’amore, loro l’odio”....Anche questo non è di sinistra, sembra di sentir parlare l’omino di Arcore.

Io non mi sento ne' fragile, ne' indifesa, ne' tantomeno alla mercè del mio compagno che ho scelto solo per il gusto perverso di avere un criminale in casa.

Non voglio pensare che "femminismo", termine e concetto in cui credo, si riduca a sinonimo di cieco odio antimaschile.

Pensiamoci, Vi prego, per non prestare il fianco a facili contestazioni.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia stata letta 4315 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose associazioni...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie pi Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 4 commenti


18.17  di giovedì 13/05/2010
scritto da  Massimo
La precisa distinzione fra i due casi (vero abuso o PAS) era stata fatta su wikipedia

http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Sindrome_da_alienazione_genitoriale&oldid=31997932

ma tale versione è stata censurata, come discusso su
"SALVIAMO WIKIPEDIA dai VANDALISMI dell´ ANARCO-FEMMINISMO"
http://www.facebook.com/sos.wikipedia


21.10  di martedì 11/05/2010
scritto da  Michele
Brava Adriana, è ammirevole ed è anche da donna di coraggio l´auto analisi che hai fatto. Basta!...Forse si stenta di capire che in questa assurda guerra uomo/donna poi, chi ci và di mezzo sono (come in tutte le guerre) gli innoccenti, e quindi i nostri figli. L´assurdo è, che loro da frutto di amore diventano con la separazione vittime di odio. Basta, finiamola riprendiamo il comune cammino genitoriale a fianco dei nostri bambini. Noi padri non abbiamo niente da meno delle madri. I nostri figli ci cercano con lo stesso desiderio e con la stessa voglia di come cercano le madri. E, che si voglia o no! soltanto l´approvazione del DDl 957 e del PDL 2209 può dare possibilità a questo percorso comune. Finitela di contrastarci inutilmente.
E comunque ancora brava Adriana!

18.33  di martedì 11/05/2010
scritto da  Adriana
Brava, BRAVA, B.R.A.V.A. !!!

Finiamola noi donne di agire peggio del peggiore degli uomini!
Nei blog delle femministe (e non solo, anche in certi blog di certi quotidiani nazionali di sinistra) è VIETATO parlare di:
DIVORZIO BREVE, AFFIDO CONDIVISO, PAS, MADRI MALEVOLE.

In certi blog / siti su predica la democrazia ma poi ci si comporta con lo stesso piglio discriminatorio e censorio della peggiore ideologia fascista e nazista!

Bene ha scritto il giornalista Labranca: "La Sinistra è chiusa per inventario".

E il mio plauso alla Chiesa che fa il suo mestiere e che nella sua procedura di ANNULLAMENTO tramite SACRA ROTA si dimostra essere persino più veloce ed efficiente di questo Stato Laico "servo sciocco" inutilmente paciapile (non tutti si sposano in chiesa e non si capisce perchè si debba soffrire alla pari di coloro che sono andati all´altare).

CHE OGNUNO RICOMINCI A FARE IL SUO MESTIERE :-)

22.16  di lunedì 10/05/2010
scritto da  Michele
Grazie sorella YasminAbo-Loa per avere saputo leggere, con tanta chiarezza, nei cuori dei papa´ innamorati dei loro figli.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilit civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2020 - Codice Fiscale: 97611760584