Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

AIAF, attenzione, un hacker sta spacciando per vostro un falso comunicato! - di Fabio Nestola

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


AIAF, attenzione, un hacker sta spacciando per  vostro un falso comunicato! - di Fabio Nestola
Fabio Nestola

13/03/2017 - 10:06

Sorge un legittimo dubbio nel leggere il comunicato stampa dell’AIAF, un testo col quale gli avvocati per la famiglia stroncano – o tentano di farlo – le linee guida emanate dal Presidente del Tribunale di Brindisi .

Il dubbio è che lo abbia scritto realmente l’AIAF.

La parodia di comunicato, infatti, contiene troppi errori per essere prodotto da un’associazione di avvocati, potrebbe essere un’operazione di hackeraggio, un tentativo di diffamazione attraverso profili fake o manovre simili. In rete può capitare di avere nemici occulti.

L’AIAF (o meglio, chi tenta di screditarla facendole fare una serie di figuracce) esordisce dicendo di aver letto con sgomento le linee guida del Tribunale di Brindisi.

Ci si chiede se lo sgomento derivi dal non aver capito cosa leggevano.

Infatti tuonano contro “un’imposizione aprioristica di modello unico per la risoluzione di ogni conflitto familiare che calpesta la specificità di ogni singolo caso che non può essere semplicisticamente ed ideologicamente risolto tramite un richiamo egualitario di natura totalitaria”.

Lasciamo perdere l’italiano, contorto e ripetitivo, ma anche per i contenuti è comicità pura, dai, non può essere frutto delle sottili menti AIAF. Tutti sanno che le linee guida sono per definizione una traccia alla quale ispirarsi, un indirizzo da seguire; invece per l’attentatore al buon nome AIAF è imposizione totalitaria. Sieg Heil.

L’AIAF, quella vera, non è mai intervenuta in occasione dei protocolli d’intesa stipulati fra avvocatura e magistratura in decine di tribunali. Non ha mai dissotterrato l’ascia di guerra gridando al complotto totalitario, evidentemente se all’AIAF un protocollo piace non contiene imposizioni ma consigli.

Ma quando non piace, vedi Brindisi, allora diventa addirittura un attentato alla Costituzione.

Una tale contraddizione può mai nascere dall’AIAF? Ovvio che no, non può essere che una bieca manovra ostile.

Il troll tenta pure un depistaggio infilando nel testo una citazione latina per fingersi avvocato, quindi padrone della lingua di Cicerone.

Ti ho stanato, troll, visto quello che scrivi non puoi essere un avvocato e tantomeno iscritto all’AIAF, alla quale stai solo rendendo un pessimo servizio. 

Poi il nemico occulto si scaglia contro il Presidente del Tribunale, che ha una duplice grave colpa:

  • quella di proporre qualcosa di diverso da ciò che pensa chi lo contesta
  • quella di fingere di proporre, ma in realtà imporre.

Quindi una pletora di errori mascherati da qualunquismo:   

i figli salomonicamente divisi a metà, come spicchi d’arancia (è falso, basta leggere).

Aiaf evidenzia che la magistratura deve applicare la legge e non  abrogarla

Ed è proprio ciò che intende fare il tribunale di Brindisi, contrariamente a quanto accaduto per 11 anni in altri tribunali, come dimostriamo da sempre e come riconosciuto anche da MIUR, Consiglio d’Europa ed ISTAT .

C’è una dettagliata motivazione, se il troll l’avesse letta – ma soprattutto se l’avesse capita – non farebbe errori grossolani.

Le amenità proseguono, sarebbe troppo lungo elencarle tutte ma consolidano l’opinione iniziale: non è possibile che ‘sta farsa di comunicato sia redatto dal direttivo AIAF. 

Bisogna aiutarli, qualcuno avverta gli avvocati per la famiglia che dei nemici tramano nell’ombra e, protetti dall’anonimato, stanno tentando di screditarli con testi deliranti diffusi a loro nome.

 

FABIO NESTOLA


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 2342 volte




Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

AIAF, guerra o pace? - di Fabio Nestola

Non si placa il polverone sul tribunale di Brindisi, colpevole di emanare delle linee guida senza...

26/03/2017 - 19:19
AIAF, guerra o pace? - di Fabio Nestola

AIAF, attenzione, un hacker sta spacciando per vostro un falso comunicato! - di Fabio Nestola

Sorge un legittimo dubbio nel leggere il comunicato stampa dell’AIAF, un testo col quale gli...

13/03/2017 - 10:06
AIAF, attenzione, un hacker sta spacciando per  vostro un falso comunicato! - di Fabio Nestola

Se questi sono giudici....

Ore 08.30. Attendo che arrivi la Circumvesuviana per recarmi in udienza. Sono separato, e devo andare in...

12/12/2016 - 17:06
Se questi sono giudici....

Il Tribunale di Milano cassa la Cassazione: no alla c.d. Maternal Preference

(Maternal Preference – continua) - Immediatamente dopo il nostro articolo di critica alla...

02/11/2016 - 17:11
Il Tribunale di Milano cassa la Cassazione: no alla c.d. Maternal Preference


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 4 commenti


12:50  di venerdì 17/03/2017
scritto da  vins
Troll x troll:
I provvedimenti giusti, rischiano di far diminuire la conflittualità.
Una diminuzione della conflittualità significa diminuzione del travaso di risorse, da "loro" a "noialtri..".
DOBBIAMO VIVERE ANCHE NOI!! W la conflittualità; Tanto peggio per loro e per i loro figli; Ma chi se ne frega!.
p.s.
Scannatevi per vent´anni e dateci i vostri soldi.

22:30  di mercoledì 15/03/2017
scritto da  Pino FALVELLI
Ora sappiamo chi sono i veri "NEMICI" del condiviso e mi spiego pure perché l´ AIAF non intervenne quando, anni addietro, gli segnalai la mia assurda storia di separazione matrimoniale. Non ho mai ricevuto riscontro.

19:25  di martedì 14/03/2017
scritto da  Carlo L.S.
forse sarebbe il caso - vista la posizione veramente incredibile espressa dall´AIAF - di sostenere e perorare la revoca da parte dei lettori del sito dei mandati conferiti ad avvocati aderenti all´AIAF, quale concreto e legittimo strumento di dissenso e autotutela verso una posizione che nega di fatto ogni valenza alla legge del 2006.

05:44  di martedì 14/03/2017
scritto da  Comunicato Ufficiale

L´affido condiviso costituisce Violenza di Genere come denunciato dall´ONU nella persona dalla sorella Rashida Manjoo: «violenza perpetuata contro le donne è il regime dell’affidamento condiviso in seguito alla dissoluzione del matrimonio». Il vs. articolo dal contenuto etero-patriarcale costituisce Hate Speech eppertanto vi diffido a rimuoverlo ai sensi della Convenzione di Istanbul in materia di Parità di Genere, sostituendolo con un manuale che aiuti voi maski appagare i mantenimenti. in fede, avv. femm. Vajassa Faldocci rappresentante legale Associazione Italiana Avvocate Femministe



1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2017 - Codice Fiscale: 97611760584