Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Morire di separazione in Italia. La "morte perfetta" di Maurizio C.

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Morire di separazione in Italia. La

07/04/2010 - 09.37

Maurizio C., costretto alla "professione" di genitore separato, ci ha improvvisamente lasciati a poco più di 40 anni. E' morto di infarto. Fulminante. E' morto anche di separazione: praticamente da due anni non aveva rapporti  con il suo bambino, e chi conosce la sua vicenda sa a cosa ci riferiamo. Si può morire di crepacuore, in pieno 2010, e non c'è medicina che tenga. Se ti tolgono un figlio, può accadere anche questo. Anche ad un padre, sissignori. E' un segno dei tempi.

Con rabbia e sarcasmo, ci chiediamo: può la sua morte essere "perfetta" per qualcuno ? Diremmo di sì, ci sono tutte le premesse: denunce che non dovranno essere lavorate, assistenti sociali ed ex coniuge che non dovranno più sopportare la sua "ingombrante" presenza. Perchè chi chiede il rispetto dei propri diritti, in Italia, spesso è malvisto, e dà fastidio. Insomma, un pensiero in meno....

Per noi, invece, un pensiero in più. Potete scommetterci.

Sarebbe bello restituire un ricordo di Maurizio che gli renda giustizia, quella che sembra non avesse avuto in vita. Sarebbe giusto perchè il suo bambino, prima o poi, presenterà il conto a tutti noi. 

Qualche tempo prima di lasciarci in maniera così ingiusta e "imperfetta", aveva scritto su Facebook quello che oggi, con senno di poi, sembra il suo epitaffio: "Spesso il cuore arriva dove la mente non immaginava di arrivare...a volte sei là.. tranquillo.. che vai x la tua strada. Vivi la tua vita... non curante di ciò che ti succede intorno. Poi un giorno incroci uno sguardo.. vedi un sorriso, e tutto cambia".

Maurizio, nonostante tutto, era ancora capace di sorridere.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 4205 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Castello di Mesagne, al Premio Federico II premiati Maresca, Nestola e Cellie

Arte, cultura, storia e tradizione: tutto questo è il Premio Internazionale Federico II. Artisti e...

13/05/2015 - 14.45
Castello di Mesagne, al Premio Federico II premiati Maresca, Nestola e Cellie

Violenza sugli uomini, ecco i risultati di una ricerca universitaria: numeri allarmanti

Oltre sei milioni uomini vittime di violenza, oltre 3,8 milioni di violenza sessuale e 2,5 milioni di atti...

14/03/2015 - 11.56
Violenza sugli uomini, ecco i risultati di una ricerca universitaria: numeri allarmanti

La responsabilitÓ civile dei giudici ora Ŕ legge

Con 265 sì, 51 no e 63 astenuti la Camera ha approvato definitivamente la nuova legge sulla...

26/02/2015 - 09.07
La responsabilitÓ civile dei giudici ora Ŕ legge

Stefano Liberato: manifesto a Roma per mio figlio Alexander. Si intervenga sulla condotta di Bucarest

E’ ormai dal lontano 4 novembre 2006 che Stefano Liberato lotta per poter riabbracciare il proprio...

19/02/2015 - 13.56
Stefano Liberato: manifesto a Roma per mio figlio Alexander. Si intervenga sulla condotta di Bucarest

Sottrazione internazionale di minori, in discussione le nuove proposte di legge al Parlamento europeo

Giovedì 22 gennaio 2015 presso la sede Italiana del Parlamento Europeo alla presenza dei massimi...

24/01/2015 - 17.49
Sottrazione internazionale di minori, in discussione le nuove proposte di legge al Parlamento europeo

Ricerca USA: ragazzi e adulti amanti dei selfie rischiano disturbi psicologici

Ragazzi, giovani adulti e uomini che si fanno troppi selfie ? Egoisti e con tratti anti-sociali. E' uno...

11/01/2015 - 11.23
Ricerca USA: ragazzi e adulti amanti dei selfie rischiano disturbi psicologici


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 12 commenti


09.23  di marted├Č 13/04/2010
scritto da  Christian
Che dispiacere!!! ├Ę pensare che ci sono invece padri separati, che pur avendo piena disponibilit├á da parte dell´ex-moglie su quanto e quando vedere i bambini, accampano sempre 1000 scuse per non farlo!!┬Ę
Che tristezza negare ad un padre di vedere il proprio figlio!
Che mondo tutto al rovescio
R.I.P. Maurizio, forse ora riesci a vedere tuo figlio pi├╣ di quanto lo facevi prima!

10.16  di domenica 11/04/2010
scritto da  gianfranco morciano

Si pu├▓ morire e ci stanno uccidendo in ogni modo, moralmente e fisicamente.
Caro Maurizio quale giustizia per te che non ci sei pi├╣?
Quattro anni fa stavo molto male (due interventi al cuore) e una sera prima di coricarmi scrissi su un foglietto "sto male, che qualcuno pensi a come proteggere il mio bambino da quella pazza di sua madre"....non pu├▓ essere una buona madre colei che cerca di distruggere il modello paterno, non pu├▓.


23.16  di venerd├Č 09/04/2010
scritto da  Giuliana
Auguro a tutti noi che la sua scomparsa serva alla nostra società ad aprire gli occhi sui crimini che ogni giorno avvengono nei tribunali contro la famiglia.
Prego inoltre che il suo Amore di padre, scalfisca la cattiveria di chi lo ha combattuto privando il figlio di un affetto insostituibile.

15.58  di venerd├Č 09/04/2010
scritto da  Fabrizio Zucchelli
Metto un altro post perch├Ę mi sembra significativo e credo non disturbi. ├ę la verit├á che scrivo...... comunque se credete io appaia troppo, non c´├Ę problema se lo cestinate.....

Ieri sera ho rivisto un amica che da tanto non vedevo........"come´ ela ?" dico io...e lei :
"bem ma me som separada"...poi la fatidica domanda...e i popi ( bambini ) ?....
Risposta : " na setimana con m├Č e na setimana con l├╣.....l├Ę logico ! " Penso che anche se ├Ę in dialetto trentino si capisca.......Nel mio entourage conosco diverse donne cos├Č. Io sono pi├╣ sfortunato e quando gli ho raccontato di me, lei ├Ę rimasta stupefatta in negativo, come se fosse assurdo, e mi ha detto : " mi penso che se l├╣ nol vedese i popi el moriria ( penso che se lui non vedesse i bambini morirebbe )"


Ciao Maurizio ti vendicheremo


13.34  di gioved├Č 08/04/2010
scritto da  zucchelli fabrizio
Anchi´io caro "u boot" sono stato due volte al pronto soccorso
quando ho capito che contro la prassi cera poco da fare. Il dolore che si puo provare per la mancanza di un figlio non ├Ę spiegabile. Il reprimere la rabbia non ├Ę giusto e si paga fisicamente. Ora che la mia rabbia st├á diventando qualcos´ altro
e mia intenzione di onorare la memoria di questo mio compagno di strada componendo una canzone per lui. Sarà per settembre.
Intanto,in ogni caso,invito, pi├╣ che alla giusta rabbia, alla riflessione e a cercare di capire che il nostro nemico non ├Ę il giudice di turno o l´ assistente sociale o la psicologa. Sono tutti parte di un sistema che si autosorregge sul nulla. Il nostro nemico ├Ę lo stato e chi per esso legifera , cio├Ę il parlamento. Basterebbero due articoli chiari. Il primo per l´ equilibrio sostanziale dei tempi di permanenza e il secondo per dare la possibilit├á ai genitori di abitare la CASA DEL FIGLIO/I a tempi alterni. Il pi├╣ importante ├Ę il secondo perch├Ę risolverebbe tutto anche le pirlate del " bambino con la valigia in mano" DEVONO essere i genitiri ad adattarsi, come lo fanno i figli.Diventeremo "i genitori con la valigia in mano" quelli che non riescono a trovare un accordo su queste basi sono solo degli egoisti e meritano l´ indagine di una qualche istituzione che non sar├á in grado, in ogni caso, di entrare veramente nel privato delle persone.Il privato ├Ę una cosa sacra e dovrebbe essere indagato come estrema ratio.

Un saluto e grazie per l´ attenzione

Fabrizio Zucchelli


1 - 2 - 3


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2015 - Codice Fiscale: 97611760584 - Designed by Alessio