Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Se si accoltella il coniuge, ricordarsi di chiedere scusa - di Fabio Nestola

Parlando con franchezza...


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Se si accoltella il coniuge, ricordarsi di chiedere scusa - di Fabio Nestola

28/02/2014 - 19.03

Aggredisci una persona a coltellate? La pesti? Le spacchi le labbra a cazzotti? Poi però - mi raccomando - ricordati di chiedere scusa: va bene la violenza, ma alla fine un po’ di educazione ci vuole, e che diamine!

Non lo dico io, lo dice un giudice.

Vediamo come.

Nel 2011 una coppia è in via di separazione, si scatena la violenza e lei ne combina di tutti i colori al marito: un pugno sul viso con lacerazione del labbro, spintonate continue, ingiurie a profusione e tre fendenti sul braccio con un coltello da cucina.

Non è un episodio isolato, ma una catena ininterrotta. Lei cerca lo scontro continuamente, quando lui prova a calmarla parte un delirio incontrollabile: urla di "avere il diavolo dentro", vede spiriti e demoni dappertutto, accusa il marito di essere un agente segreto, lo graffia, lo prende persino a morsi.

Poi - apoteosi del delirio - urla di essere lei ad avere paura di lui, paura che alzi le mani, paura di una reazione …

Il tutto condito da insulti, denigrazioni, minacce, offese pesanti e volgari ripetute anche di fronte a parenti ed amici comuni … all’uomo viene anche augurato più volte di ammalarsi di cancro.   

Lui non si precipita a denunciare; in fondo è la donna che ama, in fondo è la madre di sua figlia, spera che la moglie si calmi, spera che si ravveda e capisca i propri errori,  spera di poterla aiutare a guarire.

Sopporta oggi, sopporta domani … il tempo passa ma la signora non cambia, violenze e volgarità non accennano a scemare allora la denuncia diventa inevitabile.

Poi nel dicembre 2013 la sorpresa:

Visto che chi ha agito violenza“si scusava con la persona offesa”, visto pure che “i fatti lamentati si inseriscono in un clima di forte conflittualità che connota spesso i rapporti di coniugio nel periodo che precede la separazione”, allora le denunce vengono archiviate.

Ah vabbè, se si scusava …

Da notare che il GIP non mette in dubbio la fondatezza delle denunce, ne’ contesta i capi d’accusa. È tutto vero, però la signora si è scusata. Poi si sa che in prossimità della separazione i coniugi sono litigiosi, altrimenti non si separerebbero; quindi si adotta la solita prassi “due pesi e due misure”, la preferita all’interno dei nostri Tribunali: qualcuno va a giudizio per degli sms, qualcuno va a giudizio per dei pedinamenti, qualcuno invece non va a giudizio per calci, cazzotti e coltellate.

Si vede che provocare ansia è molto peggio che provocare lesioni fisiche, prendiamo atto.

Quindi, in una logica perversa, qualcuno potrebbe essere indotto a lasciar perdere telefonate ed sms per passare direttamente al pestaggio, basta che poi per uscirne pulito non dimentichi di chiedere scusa.

Viviamo in un mondo barbaro, violenza e volgarità spadroneggiano nelle piazze e nelle scuole, in strada puoi essere aggredito per un sorpasso, in discoteca puoi essere pestato per uno sguardo, su youtube vanno alla grande i duelli rusticani fra studentesse, in Parlamento si insultano peggio che allo stadio, il vaffanculo fa ormai parte della dialettica politica … 

Unni sacciu cchiù chi aiu a fari“ direbbe mia nonna, che non aveva studiato il latino.

Povera nonna … oggi la farebbe felice sapere che, almeno in Tribunale, per fortuna c’è ancora chi sa apprezzare la buona educazione.

Commetti dei reati? Vabbè, dai, se chiedi scusa facciamo finta che non sia successo niente.

Il giudice galantuomo come si chiama?

Così, tanto per saperlo, potrebbe tornare utile. Hai visto mai che qualcuno lo speroni distruggendogli la macchina? Basterà ricordargli questo provvedimento … et voilà (che ci vuoi fare, lui è fatto così):  niente CID, tante scuse, un bel sorriso, una stretta di mano e ognuno per la sua strada.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 8287 volte


Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL Pillon tra astuzie e ingenuità. Di Marino Maglietta

I contenuti del ddl 735 sulla riscrittura dell’affidamento condiviso presentano tali scompensi rispetto...

15/09/2018 - 08:20
Il DDL Pillon tra astuzie e ingenuità. Di Marino Maglietta

Accuse tardive di molestie: anche su Tutankhamon cominciano a circolare strane voci

Sesso a tre in un hotel di Las Vegas: Sylvester Stallone avrebbe costretto una teenager a un rapporto...

30/11/2017 - 16:50
Accuse tardive di molestie: anche su Tutankhamon cominciano a circolare strane voci

Se anche ANSA falsa gli allarmi sul cosiddetto femminicidio.... - di Fabio Nestola

La costruzione di un falso allarme femminicidio ora si avvale anche del prezioso contributo...

03/05/2017 - 11:04
Se anche ANSA falsa gli allarmi sul cosiddetto femminicidio.... - di Fabio Nestola

Adesso chi ripaga Saverio De Sario del calvario durato 17 anni? - di Fabio Nestola

Si tratta dell'epilogo di una vicenda iniziata nel 2000, che avevamo già  trattato da queste...

22/04/2017 - 19:22
Adesso chi ripaga Saverio De Sario del calvario durato 17 anni? - di Fabio Nestola

Ok, senza le donne il mondo andrebbe a rotoli. E se invece si fermassero gli uomini?

8 MARZO - dal sito ANSA, con annessi tre filmati  “ (…) Le donne si asterranno...

08/03/2017 - 10:20
Ok, senza le donne il mondo andrebbe a rotoli. E se invece si fermassero gli uomini?

Fondo di Solidarietà per i separati, seconda parte - di Fabio Nestola

Lo scorso 24 gennaio pubblicavamo la notizia del decreto che finalmente concretizzava una misura prevista...

16/02/2017 - 20:08
Fondo di Solidarietà per i separati, seconda parte - di Fabio Nestola


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 7 commenti


00:58  di martedì 30/05/2017
scritto da  Matteo
😡😡😡

18.11  di martedì 11/03/2014
scritto da  il rassegnato
il nome si puo sapere ?

13.51  di mercoledì 05/03/2014
scritto da  Fabrizio Piludu

NON puoi dire: << Lascia che sia! >>, poichè ne avresti un po´ colpa anche TU!!!
Questori, Sostituti Procuratori, Pretori,... ci han ABBASTANZA STUFATO con questa TIMIDEZZA e IMBRANATEZZA nei confronti delle donne!
Che HAN!!!? SOGGEZIONE DELLA VULVA?

Ci OBBLIGANO a DEIFENDERCI DA SOLI!!!!


16.21  di domenica 02/03/2014
scritto da  Francesco Cellie, Mov. contro Erode, "sez FeNBi Brindisi.
Probabilmente il giudice adotta questo metodo "scusocratico" per le sue uscite arringheggianti! Meno male che non ha dato la clpa di istigazione mentale e di fraudolenta arrendevolezza al marito. Due pesi??? ma no ormai non vale piu´ neppure questo, orami e´ un delirio di onnipotenza ed onniscenza, di psicotici salomonici vedtetti dettati da digestione, temperature, situazioni meteo, vino ecc. Nella Repubblica delle banane puo´ accadere di tutto, sicuramente non e´ successo in Italia! SAREBBE VERGOGNOSO!!!

08.16  di domenica 02/03/2014
scritto da  Eleonora
Il subire situazioni di violenza psicologica o fisica è inaccettabile soprattutto in nome dell´amore..un amore malato.. Premesso questo ritengo inaccettabile una differenza di giudizio sullo stesso reato..perché di reato si tratta e va condannato a pene severissime poiché la casistica purtroppo insegna che con il perdurare di situazioni di violenza si arriva alla follia con conseguenze spesso irreparabili..


1 - 2


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584