Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

False accuse: i negazionisti sanno da dove provengono i dati ? - di Fabio Nestola

Parlando con franchezza...


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


False accuse: i negazionisti sanno da dove provengono i dati ? - di Fabio Nestola
Fabio Nestola

29/09/2013 - 17.11

Studiamo da anni il fenomeno emergente delle false accuse in ambito separativo, lo documentiamo, curiamo relazioni in convegni, seminari di studio e corsi di formazione.

Però a qualcuno da fastidio.

Meglio nascondersi dietro i luoghi comuni, meglio il qualunquismo, meglio tapparsi occhi ed orecchie, meglio non approfondire.

Si, c’è chi si accanisce a negare che il fenomeno esista ed oltre ad esistere sia in costante espansione. Pur di smentirlo, i negazionisti accusano Adiantum di citare dati sparati a casaccio. Mi è stato segnalato un blog ove appare “Cito da Adiantum: ...le false accuse che, in ambito separativo, rappresentano una percentuale oscillante tra l’80% e il 90% del totale. Abbiamo già visto che simili percentuali sono campate in aria”.

Il salto mortale ideologico consiste nell’affibbiare ad Adiantum l’invenzione di dati che verrebbero smentiti da quelli citati dai negazionisti. Facciamo chiarezza su un paio di questioni:

1 – i dati sulle false accuse non li crea certo Adiantum: a parlare di percentuali di false accuse oscillanti fra il 75% ed il 90% sono le operatrici del Diritto, (sostituti procuratori, avvocatesse, criminologhe, psicologhe forensi, consulenti d’ufficio e di parte, esclusivamente di genere femminile) raccolte in un dossier depositato alla Commissione Giustizia del Senato nel luglio 2011. Quindi, piaccia o meno agli accaniti negazionisti - visto che insistono a sostenere che si tratti di bufale - si accomodino pure a sbugiardare pubblicamente chi le ha dichiarate e non chi si è limitato a raccoglierle in un documento.

La scelta di risalire al terminale giuridico non è casuale. Le mille critiche sulle false accuse provenienti dai genitori sono necessariamente di parte, inattendibili per definizione. Volendo studiare il fenomeno, si è reso quindi necessario raccogliere pareri di soggetti super-partes, quali sostituti procuratori, CTU ed altre professioniste del settore. Alcune operatrici parlano dell’80% di false accuse, altre di 8 casi su 10 (cioè sempre l’80%), altre di rapporto 1:4 (quindi il 75%), altre citano una forbice tra il 75% ed il 90%, altre ancora non quantificano ma parlano di “fenomeno in preoccupante aumento”, “tendenza in espansione”, etc.

Parlano di false violenze subite anche da soggetti adulti, ma in particolare da figli minori. Nessuna ha mai parlato di percentuali fisiologiche di false accuse nell’ordine del 2-3%, riferibili a persone in buonafede che denunciano l’ex coniuge credendo realmente - pur sbagliando - di aver intuito nei figli indicatori di abuso. Siamo attorno all’80% di “equivoci”, quindi l’elemento buonafede non è presente in questo genere di azioni che si configurano piuttosto come strategie studiate a tavolino.

I dati quindi non sono targati Adiantum, bensì dalle professioniste che lamentano il fatto di dover lavorare su una larghissima maggioranza di false accuse, cosa che distoglie tempo, personale e risorse dall’indagare su quel 20% circa di casi reali.

Le professioniste del settore, inoltre, non sono le uniche a dichiarare un allarme crescente a causa delle percentuali bulgare di false accuse: anche procuratori ed avvocati di genere maschile, associazioni forensi, psicologi, criminologi … non li abbiamo citati nel nostro studio poiché sarebbe fin troppo facile per i detrattori accusare di maschilismo ogni uomo che provi a non genuflettersi al pensiero prevalente.

Citiamo un solo studio scientifico, della cattedra di neuropsichiatria infantile dell’università di Modena: dai casi esaminati dal Prof. G. B. Camerini emergono percentuali persino superiori a quelle registrate dal dossier sulle operatrici di giustizia: 92% di false accuse, 8% di casi reali.

Una ulteriore fonte, la Polizia di Stato, la più capillare in assoluto in quanto raccoglie dati provenienti da tutti i commissariati d’Italia, conferma l’allarme in merito al fenomeno in crescita delle false accuse. L’organo ufficiale Polizia Moderna, pur senza quantificare percentualmente, dichiara ““(…) si registra una epidemia di denunce nei confronti di ex mariti e padri accusati, fra l’altro, di maltrattamenti ed abusi sessuali sui loro stessi figli. Alcune di queste accuse sono purtroppo fondate, ma la maggior parte di esse, spesso le più infamanti, si dimostrano false o inattendibili, dichiarazioni menzognere sostenute dalla precisa finalità di danneggiare l’ex marito-padre, (…)” httphttp://www.poliziadistato.it/poliziamoderna/articolo.php?cod_art=2375–

Polizia, magistrati, avvocati, psicologi, criminologi, psichiatri … più fonti concordano sul definire “allarmante “ ed “in crescita” il fenomeno delle false accuse. Ma ai negazionisti la cosa non piace, quindi ecco che Adiantum viene dipinto come il soggetto che inventa i dati sulle false accuse, non quello che si documenta sui pareri altrui.

2 – i pareri con i quali si vorrebbe smentire un’alta percentuale di false accuse provengono da USA, Canada, Galles ed Inghilterra, ma non dall’Italia. Realtà diverse, probabilmente altrove le strumentalizzazioni pianificate non vanno di moda come da noi, resta il fatto che tutte le fonti disponibili in Italia dicono altro e convergono su una realtà che ai negazionisti non piace. Quindi guardano all’estero, impegnandosi in un ulteriore salto mortale ideologico per sostenere che: · visto che l’inglese Keir Starmer definisce “rare” le false accuse a casa sua, in Italia il fenomeno non è degno di considerazione · visto che Toennes e Tjaden dicono che negli USA le false accuse sono al 2%, in Italia il fenomeno non è degno di considerazione · visto che i Trocmé e Bala dicono che in Canada le false accuse sono al 4%, in Italia il fenomeno non è degno di considerazione...

Curioso, no? Come se il nostro Ministro dei Trasporti dichiarasse orgoglioso alla stampa “visto che le metropolitane di Londra e Tokio funzionano benissimo, non si capisce perché debbano lamentarsi i pendolari italiani”. 

Però il fronte dei negazionisti non demorde e citando i dati esteri insinua …. “Nulla che assomigli neanche vagamente alle percentuali di Adiantum…” e dai con l’equivoco forzoso …

Non sono “percentuali di Adiantum”, chiaro una volta per tutte?

A dichiarare l’emergenza delle false accuse sono magistrati, avvocati, psicologi, criminologi, neuropsichiatri e poliziotti. Cioè, tanto per capire: chi raccoglie le denunce, chi cerca i riscontri, chi prende in carico i casi, chi li esamina in tribunale e fuori dal tribunale, chi verifica se ci siano gli estremi per archiviare o rinviare a giudizio, chi interroga i colpevoli o presunti tali, chi prende in cura le vittime o presunte tali.

Adiantum non ha nessuno di questi ruoli, quindi non pubblica “dati propri” e - da redazione web qual è - non fa altro che riportare dati altrui citando doverosamente le fonti.

Adiantum quindi non è affatto “la fonte”, però è più comodo gettare fango sulla redazione di un sito web piuttosto che sulle fonti ufficiali, ai negazionisti non viene in mente di trattare da cialtroni il direttore di Polizia Moderna, il Rettore dell’Università di Modena, il Procuratore di Bergamo, Sanremo, Pistoia etc.

Onestà intellettuale, questa sconosciuta ...


Fonte: Redazione - Fabio Nestola

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 4506 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Se anche ANSA falsa gli allarmi sul cosiddetto femminicidio.... - di Fabio Nestola

La costruzione di un falso allarme femminicidio ora si avvale anche del prezioso contributo...

03/05/2017 - 11:04
Se anche ANSA falsa gli allarmi sul cosiddetto femminicidio.... - di Fabio Nestola

Adesso chi ripaga Saverio De Sario del calvario durato 17 anni? - di Fabio Nestola

Si tratta dell'epilogo di una vicenda iniziata nel 2000, che avevamo già  trattato da queste...

22/04/2017 - 19:22
Adesso chi ripaga Saverio De Sario del calvario durato 17 anni? - di Fabio Nestola

Ok, senza le donne il mondo andrebbe a rotoli. E se invece si fermassero gli uomini?

8 MARZO - dal sito ANSA, con annessi tre filmati  “ (…) Le donne si asterranno...

08/03/2017 - 10:20
Ok, senza le donne il mondo andrebbe a rotoli. E se invece si fermassero gli uomini?

Fondo di Solidarietà per i separati, seconda parte - di Fabio Nestola

Lo scorso 24 gennaio pubblicavamo la notizia del decreto che finalmente concretizzava una misura prevista...

16/02/2017 - 20:08
Fondo di Solidarietà per i separati, seconda parte - di Fabio Nestola

Ecco, mi hanno fatto arrabbiare Davigo ! - di Fabio Nestola

All’inaugurazione milanese dell’anno giudiziario le agenzie battevano la notizia dello scontro...

30/01/2017 - 10:30
Ecco, mi hanno fatto arrabbiare Davigo !  - di Fabio Nestola

Fondo di solidarietà per i separati: come sempre il minore non viene tutelato

Sembra che non cambi nulla: vi sono curiose modalità istituzionali di concepire la tutela dei minori,...

24/01/2017 - 12:12
Fondo di solidarietà per i separati: come sempre il minore non viene tutelato


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 7 commenti


07.45  di giovedì 22/05/2014
scritto da  FRANCESCO Cellie FeNBi Brindisi
Taranto, 22 maggio 2014.
Oggi si terra´ l´ennesimo tentato golpe antipaterno ad oper di 3 noti costruttori di false accuse. Un padre che ho conosciuto per molte parentele,... ex parentele in comune subira´ l´ennesimo tentato attacco alla sua patenita´ fortuna per lui e´ dieso dal mio avvocato comune... e dire che ho gia molte volte segnalato alle procure questo modus operandi dell´accusatrice al fine di sottrarre i figli ai padri...
Ancora non la rinchiudono, ancora resistono, ancora si lasciano prendere in giro dalla furia cieca di queste sacerdotesse dell´abominio. Non ho parole, mi rimarrebbero solo parolacce ma io sono sempre stato un signore, o meglio come affermano loro IO PONTIFICO SU TUTTI, peccato per loro pero´ che ho ragione, l´ho dimostrato e lo dimostrero´ ancora. Fatti forza fratello mio, ti sono vicino, NON TI LASCEREMO SOLO, la verita´ sta per sommergele, non bastano due campane che suonano a festa per soffocare le urla dei bambini ed il POPOLO DELLA CONSAPEVOLEZZA,... stiamo arrivando, STIAMO ARRIVANDO, non ci taciteranno se non sparandoci, tanto gli spaventi personalmente me li hanno fatti passare tutti, non vi e´ prezzo che non pagheremmo per i figli, e l´altare della verita´ e´ l´unico a cui posso sacrificarmi, come tanti e con tutti i giusti in lotta. Grazie Adiantum, grazie FeNBi, grazie a tutti coloro che hanno creduto e lottato prima di me dalla Sicilia al Piemonte, NELL´UNICA LOTTA CHE POTEVAMO e DOBBIAMO ANCORA FARE, LA LOTTA PER LA PATERNITA´. Grazie a tutte le donne (quelle vere) che ci supportano. L´elenco di chi dovrei ringraziare e lungo, scrivere tutti mi sarebbe impossibile, vi riscattero´ vincendo per tutti, i vostri nomi sono marchiati nel mio cuore e in quello di Gugu´. Grazie anche al MAGNIFICO che oggi schivera´ i fendenti assassini dei treni di fango che tenteranno di sommergere quel papa´ al quale stanno tentando di sottrargli la figlia, una delle tante sorelline di Gugu´ una bimba che come lui ha la sfortuna di avere una madre votata all´inganno! Un abbraccio a tutti ma soprattutto a tutte!!!

11.52  di martedì 01/10/2013
scritto da  gerardo spira
Per Fabio- Il mio commento, lascia spazio a riferimenti, ma la riflessione parte proprio dall´argomento "false accuse". Queste esistonono, sono elevate e pilotate. La cosa grave è che il tribunale decide sulle false accuse, nella generalità dei casi da parte delle donne e penalizza il padre. Quando la verità è accertata è troppo tardi e già pregiudizi e conseguenze hanno distrutto relazioni e rapporti.Il magistrato è responsabile di tutto il procedimento, compreso l´istruttoria, perchè questa è condotta e determinata dalla sua esclusiva competenza.

18.01  di lunedì 30/09/2013
scritto da  fabio
x gerardo spira

temo che il commento sia relativo ad un altro articolo

06.49  di lunedì 30/09/2013
scritto da  gerardo spira
Seguo le Vostre indagini,i commenti e le Vostre considerazioni. La verità si dice che fa male e fa male a chi la nega. Purtroppo in questo PAESE il Giudice, quello che si trova di fronte al problema, spesso, anzi molto spesso, nella stessa percentuale denunciata, accoglie la bugia, la fa propria e decide senza rispondere delle sue azioni. Non risponde delle bugie e neppure dei provvedimenti emanati sulle bugie. La cosa grave è che rivolta le bugie in pregiudizi da parte del padre verso il minore per "aiutare " la madre bugiarda. Il padre è costretto a ricorrere a fare appello, a continuare ad affrontare spese, per dimostrare il contrario. Quando ciò accade davanti ad un altro giudice, provato con la dichiarazione minore, il bambino viene restituito alla normale vita relazionare col padre. Come per incanto finisce il cosiddetto pregiudizio e intanto sono trascorsi mesi od anni e i due hanno ricevuto il vero danno e quindi il pregiudizio dalla GIUSTIZIA. Secondo la tua considerazione, molto profonda, quel giudice, dovrebbe indossare la tuta invece della toga, secondo me dovrebbe ritornare alla terra, dove manca tanta mano d´opera. Le attività intellettuali si dovrebbero svolgere con la capacità dimostrata non attraverso un concorso fortunatamente superato, bensì attraverso risultati conseguiti con alto senso di responsabilità, di equilibrio e soprattutto di qualità ineccepibile del prodotto. Se così è, si potrebbe risolvere la crisi dell´agricoltura in Italia e lasciare che i professionisti seri, quelli che lavorano in silenzio, svolgano anche la missione di elevare la dignità culturale del popolo. Ho seguito il caso di mio figlio davanti alla corte di appello,sez minorenni di Roma, è ti assicuro che la tua è una grande verità. Quel Giudice, non solo ha sbagliato ed è stato provato, ma continua a stare seduto al solito posto a fare danni. Intanto ci ha messo in un grande dubbio : Collusione o corruzione ? In buona o mala fede ? Imperizia,negligenza o ignoranza ? Le nostre tasse vanno nelle tasche anche di questi soggetti!

06.48  di lunedì 30/09/2013
scritto da  Negli altri paesi è diverso?

Solo qualche fonte.

http://www.avoiceformen.com/mens-rights/false-rape-culture/maine-epicenter-of-false-allegations/

http://www.avoiceformen.com/mens-rights/false-rape-allegations-finally-getting-some-light/

http://www.avoiceformen.com/mens-rights/false-rape-culture/how-false-rape-allegations-destroyed-me-and-my-family/

http://www.avoiceformen.com/mens-rights/activism/s-a-v-e-report-on-false-allegation-survey/



1 - 2


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2017 - Codice Fiscale: 97611760584