Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Genitori a Vita, il 9 ottobre in Vaticano. Poma: disposti a tutto per incontrare il Papa

Cronache dai tribunali


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Genitori a Vita, il 9 ottobre in Vaticano. Poma: disposti a tutto per incontrare il Papa
Piazza San Pietro

28/09/2013 - 11.02

"Se non saremo ricevuti in forma ristretta, sapremo essere convincenti...". Così Andrea Poma, presidente di GaV - Genitori a Vita (aderente ADIANTUM), sulla prossima trasferta romana di ottobre, a San Pietro, per chiedere udienza al Papa.

"Nell'ultima riunione dell'associazione", si legge nel comunicato, "all'unanimità è stato deciso di scrivere una lettera al Santo Padre, con la quale chiediamo un incontro privato per potergli consegnare il dossier redatto da noi e da Pronto Soccorso Famiglia (n.d.r. anche questa aderente ad ADIANTUM). All'interno abbiamo incluso anche le lettere scritte da genitori che ormai sopportano duramente l'insostenibile peso dell'allontanamento forzato dei propri figli, dovuto in gran parte da errori giudiziari, interpretazioni errate delle leggi e da tanta incompetenza".

"Nella lettera", continua Poma, "chiediamo a Papa Francesco di intercedere con il Presidente della Repubblica e con il Ministro di Giustizia affinché gli organi preposti alla tutela della bigenitorialità si attivino per favorire il rapporto continuo e vero con entrambi i genitori, anche se separati. Confidiamo nella sua infinita solidarietà dimostrata alla famiglia ed in particolar modo ai bambini".

Secondo GaV, lo stalking, la violenza domestica, le problematiche adolescenziali, i suicidi e i fatti di sangue sono tutti frutti di un disagio sociale che ha raggiunto limiti incontrollabili. "Noi siamo contro la violenza; contro ogni forma di abuso su uomini, donne e bambini, e condanniamo chi denigra, allontana, sottrae, e sfrutta i propri figli a discapito dei genitori non affidatari, collocatari o non conviventi", afferma Poma nel comunicato.

"Tenuto conto che noi ci adoperiamo per la primaria salvaguardia dei nostri figli, bambini, ragazzi innocenti che subiscono inesorabilmente le ripercussioni più gravi di questi scempi umani e per tutti i motivi che ne conseguono, siamo arrivati alla conclusione che il giorno 9 ottobre prossimo, una delegazione di 20 persone - tutti appartenenti a “Genitori a Vita” - si recherà a Roma per incontrare Papa Francesco, sperando nella concessione di un incontro privato".

"Chiediamo la solidarietà di tutti voi", conclude Poma, "il sostegno morale e logistico di tutte le associazioni che si adoperano alla tutela dei diritti dei bambini, della famiglia e dei diritti umani in genere, auspicando la vostra comprensione al gesto. Vorremmo portare anche le lettere dei genitori negati, quindi vi chiediamo di spedirle al nostro indirizzo e-mail genitorivita@yahoo.it".


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 5480 volte

Andrea Poma (GaV)
Andrea Poma (GaV)

Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

di ALESSIO CARDINALE - Di recente, l’on. Spadafora ha annunciato, attirandosi le ire dei genitori...

07/04/2019 - 07:58
I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

Nel corso degli ultimi dieci anni, il tema della protezione dei soggetti più deboli ha ricevuto nel...

15/09/2018 - 02:01
Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Illuminante il sito ANSA, dove ieri comparivano in homepage 23 (si, ventitre) notizie che hanno  a che fare con l’8 marzo, i...
09/03/2018 - 09:18
8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metà dei casi

Curioso autogol per la Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul femminicidio e su ogni forma di...

25/02/2018 - 21:01
Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metà dei casi

Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Tutte in vacanza le Cassandre? In questo torrido giugno sembra che tacciano i cori della denigrazione...

01/07/2017 - 13:59
Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo

Che l’affido condiviso non sia sempre la soluzione migliore lo dice la legge, non serve che si svegli...

31/05/2017 - 14:51
Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


15.17  di mercoledì 02/10/2013
scritto da  Pino FALVELLI
La Chiesa ha il dovere di sensibilizzare le Istituzioni ad un´ urgente riforma del sistema vigente per le separazioni matrimoniali, affinchè si eliminino i casi di malagiustizia e di vistosssime disparità tra i sessi. Ai coniugi che si separano deve essere garantita sempre la pari dignità ed un pari trattamento dal punto di vista legale e giudiziario. Basta con le rendite vitalizie e parassitarie a favore di un coniuge a discapito dell´ altro, altrimenti ciò diventa riduzione in schiavitù. Il Papa lo dica ciaramente nei propri discorsi ai fedeli. Questo è quanto io avevo già chiesto per iscritto al precedente Papa, documentando palesi disparità di trattamento.-

08.54  di lunedì 30/09/2013
scritto da  Pino FALVELLI
Ottima iniziativa. La Chiesa ha il dovere di prendere una posizione netta contro la MALAGIUSTIZIA messa in atto nelle separazioni matrimoniali.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2021 - Codice Fiscale: 97611760584