Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Sul c.d. femminicidio le camere penali protestano: misure demagogiche ed inquietanti

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Sul c.d. femminicidio le camere penali protestano: misure demagogiche ed inquietanti

09/08/2013 - 09.36

Nel mare magnum dell'imbecillità e della mala fede politica che hanno portato il PD/PDL a varare le norme ancicostituzionali sul c.d. femminicidio, si intravede uno spiraglio (autorevole) di lucidità. L'Unione Camere Penali, infatti, ha diffuso un comunicato che rompe gli indugi e avanza un fronte di protesta non indifferente.

"Le anticipazioni sul dl licenziato oggi dal Consiglio dei ministri in materia di femminicidio", si legge nella nota, “segnano un nuovo e sempre più inquietante capitolo della insensata corsa al rialzo ingaggiata dalla maggioranza di governo con le peggiori istanze demagogiche provenienti dalle opposizioni in materia penale”. Dopo aver licenziato un dl annunciando misure per contenere l'eccessivo ricorso al carcere, peraltro in massima parte abortite in sede di conversione, si rilanciano oggi nuove ipotesi di custodia cautelare, di arresto obbligatorio oltre ad una pioggia di inasprimenti di pena per reati oggetto di campagne giornalistiche ma dei quali si ignorano i dati criminologi".

"L'Unione camere penali", prosegue il comunicato, "da anni si batte perché il sistema delle sanzioni sia rivisto in base a criteri oggettivi, quali il rilievo del bene giuridico protetto dalla singola norma penale, invitando - con la migliore dottrina - ad evitare di legiferare sull'onda emotiva di fatti di cronaca o del bisogno di lanciare rassicurazioni di facciata all'opinione pubblica fomentata da campagne di stampa”.

Per i penalisti “non è questo un modo serio di legiferare in campo penale, e non è con la gara a chi fa la faccia più feroce che si affronta il problema giustizia. Non per caso siamo agli ultimi posti delle classifiche mondiali: è il risultato di una produzione legislativa simbolica, emotiva, basata sul piccolo cabotaggio politico, ma sopratutto schizofrenica rispetto alle stesse analisi governative che pure ammettono il fallimento delle politiche carcerocentriche seguite negli ultimi vent'anni”.

Secondo l'Unione "l’introduzione di figure come l’anonimato dei denunciati, l’arresto obbligatorio per il reato di maltrattamenti in famiglia, l'espansione della cd flagranza differita, fa arretrare il paese rispetto ad elementari standard di civiltà giuridica che pensavamo acquisiti. Si tratta di figure che ribaltano il principio costituzionale della presunzione di innocenza, per di più in una materia, quella dei rapporti familiari, che si presta anche ad accuse strumentali sulla base delle quali domani si andrà direttamente in galera senza alcun filtro preliminare: uno scenario preoccupante che se accontenta le istanze dei forcaioli equamente distribuiti tra maggioranza ed opposizione certamente imbarbarisce il sistema”.

"Peraltro", conclude l'UCPI, "per ragioni di pura propaganda, si abusa per l'ennesima volta in tema di sicurezza, dello strumento del decreto legge, senza che vi siano i requisiti d'urgenza, mentre non lo si usa per questioni, come il sovraffollamento carcerario dove l'urgenza è sotto gli occhi di tutti. La già programmata astensione dalle udienze dei penalisti acquista oggi nuove ragioni”.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 2688 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


09.24  di sabato 10/08/2013
scritto da  Antonio
Terribile...Il PD fa solo danni con la complicita´ del PDL.
Quando si stracciano i diritti nel nome di una "emergenza nazionale" presunta tale è DITTATURA. La nostra è una dittatura nazifemmnista. Gli uomini devono sentirsi "braccati" senza alcun diritto, alla merce´ di false accuse. Esseri di serie B, schiavi.
Vedo delle analogie con i regimi stalinisti in cui la delazione era il metodo per abbattere i nemici del popolo. Addirittura nel terzo reich esistevano leggi che invogliavano a denunciare di "attività antinaziste" i componenti familiari. Faremo fantapolitica ad immaginare che dietro questo sfascio della famiglia ci siano poteri massonici i cui nostri politici sono solo delle pedine? Chi lo sa la storia ce lo dira´.

10.32  di venerdì 09/08/2013
scritto da  Sal
Questi sono gli ultimi colpi devastati per la distruzione del matrimonio e della società con qualunque tipo di legge, di chiara l´impronta massonica ma il colpo di grazia ci sará con la legge sull´omofobia, questo governo, questa politica è tutta venduta alle organizzazioni trasnazionali che nascondono gruppi di potere che decidono e impongono quali leggi devono essere imposte anche con l´ausilio dei media sussidiati e compiacienti e senza un veroapprofondimento delle questioni. Una volta la dittatura era rivolta alla societa e alla politica, oggi siamo arrivati fin dentro la vita privata, cosa gli rimarra ancora da toglierci? I figli? La nostra storia? La dignità? Siamo ormai a un punto in. cui nn si puo più nascondere il degrado generalizzato.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584