Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

DDL Cardiello sui tribunali minorili: approvata la richiesta di dichiarazione di urgenza

Cronache dai tribunali


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


DDL Cardiello sui tribunali minorili: approvata la richiesta di dichiarazione di urgenza
Franco Cardiello

23/05/2012 - 18.06

Dopo le polemiche dei giorni scorsi, relative alla contemporanea - e sotto certi aspetti inspiegabile - presenza di due DDL "gemelli ma non troppo" (entrambi al Senato, da qui la stranezza), durante la seduta del 22 Maggio proprio il Senato ha approvato all'unanimità la richiesta di dichiarazione d'urgenza per l'esame congiunto in Commissione giustizia dei ddl nn. 3040, 2252, 2441, 2844 (sen. Cardiello), 3266 e 3276 (sen. Pedica) tutti vertenti su materie relative all'istituzione di sezioni specializzate per le controversie in materia di persone e di famiglia e di soppressione dei tribunali per i minorenni.

La richiesta è stata formalizzata dal Presidente della Commissione di merito, sen. Berselli (PdL), e a favore della proposta si sono dichiarati i sen. Della Monica (PD), Pedica (IdV), Mura (LNP), Serra (UDC-SVP-Aut:UV-MAIE-VN-MRE-PLI-PSI) e Benedetti Valentini (PdL).

E' così sanata una circostanza imbarazzante, ed in tal senso l'iniziativa dei senatori rafforza il fronte di quanti, in Italia, vorrebbero a gran voce l'abolizione del tribunale dei minorenni - di origine e prassi di stampo chiaramente fascista - per far posto ad una sezione specializzata della Famiglia nei tribunali ordinari. Di questo, senz'altro, se ne sente quanto mai il bisogno, sopratutto in considerazione delle vistose lacune di democrazia (con conseguenti abusi su numerose famiglie) che hanno finora caratterizzato il rito minorile.

A favore dell'abolizione della competenza dei tribunali minorili anche numerosi parlamentari, dalla Melandri a Buttiglione - quest'ultimo dichiaratosi favorevole anche alla creazione di una commissione di inchiesta sulla mancata applicazione della L. 54/2006 - oltre ai senatori Cardiello, Pedica, Carlino e Lannutti. Degna di nota, in tal senso, la campagna politica dell'on. Antonio Guidi, neuropsichiatra infantile, che da anni si batte per una limitazione della competenza di tribunali minorili e assistenti sociali, da lui additati come i maggiori responsabili dei veri e propri abusi perpetrati ai danni di famiglie e bambini innocenti.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 7951 volte

Antonio Guidi
Antonio Guidi

Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

di ALESSIO CARDINALE - Di recente, l’on. Spadafora ha annunciato, attirandosi le ire dei genitori...

07/04/2019 - 07:58
I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

Nel corso degli ultimi dieci anni, il tema della protezione dei soggetti più deboli ha ricevuto nel...

15/09/2018 - 02:01
Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Illuminante il sito ANSA, dove ieri comparivano in homepage 23 (si, ventitre) notizie che hanno  a che fare con l’8 marzo, i...
09/03/2018 - 09:18
8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metÓ dei casi

Curioso autogol per la Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul femminicidio e su ogni forma di...

25/02/2018 - 21:01
Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metÓ dei casi

Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Tutte in vacanza le Cassandre? In questo torrido giugno sembra che tacciano i cori della denigrazione...

01/07/2017 - 13:59
Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo

Che l’affido condiviso non sia sempre la soluzione migliore lo dice la legge, non serve che si svegli...

31/05/2017 - 14:51
Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 8 commenti


20.04  di venerd├Č 25/05/2012
scritto da  Antonello1
L´Onorevole Bertone ha dimostrato a tutti noi che quando si vuole raggiungere un risultato (soprattutto se interessa una parte anche minima di donne) si raggiunge in fretta, senza tanti fronzoli. Il ddl 957 non interessa o meglio non fa gli interessi di una certa categorie di donne e quindi incontra una lunga serie di ostacoli. Continuo a ripetere che l´Associazione dovrebbe proporre un rappresentante "politico" alle prossime elezioni sul quale convogliare tutti i nostri voti. Credo sia l´unica soluzione per vedere soddisfatte le nostre legittime aspettative (il vero benessere dei nostri figli).

18.22  di venerd├Č 25/05/2012
scritto da  raffaele bottacchi
Grande Antonio! dieci come lui e mettiamo a posto tutto.

19.24  di gioved├Č 24/05/2012
scritto da  Ciro Celotto

Il DDL Cardiello prevede che i Servizi sociali perdano i poteri che hanno di Polizia Giudiziaria, visto che come Antonio Guidi, carissimo Amico, dice da anni, sono la prima causa delle Ingiustizie minorili, con le loro relazioni aberranti e spesso inventate di sana pianta !!! Il DDL Cardiello prevede l´istituzione di un Nucleo di Polizia Giudiziaria che si occupi delle indagini su questioni minorili ed i Servizi sociali tornerebbero a fare Assistenza !!! Tra l´altro prevede anche che i vari Psichiatri, Psicologi ed altre figure, che oggi sono all´interno dei Tribunali per i Minorenni, come membri non togati, ne escano definitivamente, restando solo i Giudici togati !!! C´è da sperare che la proposta di Legge che uscirà dalla Seconda Commissione Giustizia del Senato comprenda quanto inserito nel DDL di Cardiello e non si facciano, come al solito, interessi di bottega, di corporazioni e di caste !!! Teniamoli d´occhio che questa potrebbe essere l´unica occasione per cambiare un Sistema iniquo che è causa di tanta Ingiustizia !!! 


15.13  di gioved├Č 24/05/2012
scritto da  Redazione
Per Nik70: la Redazione non pubblica commenti volgari, provocatori o offensivi verso i terzi, che poi potrebbero depositare giusta querela. Non ├Ę un problema di coraggio, n├Ę di convenienza, ma una questione legale, che NOI dovremmo affrontare al posto SUO per giustificare le frasi inopportune di chi neanche ha il coraggio di firmarsi con nome e cognome. Cialtrona sar├á lei. Sfoderi il suo coraggio, se ne ha, e si firmi.

10.32  di gioved├Č 24/05/2012
scritto da  Francesco
a Ciro, su questo link, parla di congiunzione di vari ddl: "http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede/Ddliter/comm/37205_comm.htm", per├▓ sono d´accordo con te sul fatto di stare sempre vigilissimi e attentissimi, ma non solo sul punto che facevi presenti tu, ma soprattutto, sul fatto che questo Tribunale della Famiglia, non di venti il Tribunale delle madri!!!!!Sarebbe molto pi├╣ pericoloso....


1 - 2


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2021 - Codice Fiscale: 97611760584