Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Alessandra Mussolini a Mattino 5: la mamma che ha denunciato ha subito una violenza

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Alessandra Mussolini a Mattino 5: la mamma che ha denunciato ha subito una violenza
Alessandra Mussolini

04/04/2012 - 15.41

A Mattino 5 è andato in onda il secondo atto di quella che si profila come una saga a puntate, con tinte fosche e tanti interrogativi che ancora aspettano risposta. In studio Antonella Flati di Pronto Soccorso Famiglie - il gruppo di volontari che ha raccolto per primo la denuncia di M.C., l'autrice del filmato e delle foto documentate all'interno della casa famiglia Sergiacomi di Montalto nelle Marche -, L'avv. Francesco Miraglia (che ha firmato un esposto sulla vicenda) e l'on. Alessandra Mussolini dagli studi romani di Mediaset. La Mussolini, Presidente della Commissione Bicamerale sull'infanzia e l'adolescenza, era già intervenunella precedente puntata della scosa settimana, e ha riconfermato il proprio interesse a continuare nel lavoro di verifica del settore che, grazie a questa vicenda, si è già aperto e continuerà nelle prossime settimane.

Sotto accusa, manco a dirlo, è tutto il "sistema" delle comunità di accoglienza per minori, un universo sconosciuto ai più, ma frutto inevitabile di cattive prassi adottate da tribunali minorili e servizi sociali - che non praticano quasi più il sostegno domiciliare, preferendo allontanare i bambini dalle proprie famiglie - e da forti interessi economici. In collegamento telefonico è intervenuto anche il legale della casa famiglia, che ha abbozzato - con scarso successo - una timida difesa dei suoi assistiti, rinviando il tutto a future determinazioni dei giudici e, sopratutto, non rispondendo alle domande più semplici e, certamente, più imbarazzanti. La richiesta della Mussolini di quantificare il guadagno giornaliero della struttura per ogni bambino ospitato è ancora nell'aria, priva di qualunque accenno di risposta da parte dell'avvocato.

Per il resto, la puntata ha riservato alcune accuse pesantissime, e sollevato interrogativi inquietanti. All'indomani della interrogazione dei radicali sul fattaccio del T.S.O. alla mamma autrice del filmato, è trapelata la notizia che M.C. sarebbe anche stata maltrattata. Il condizionale è d'obbligo, ma averlo sentito dalla bocca dell'on. Mussolini non consente di stare tranquilli. Nelle prossime ore le notizie su questi sviluppi saranno sempre più chiare. 

Altro interrogativo riguarda il Sindaco di Montalto, e cioè colui che ha autorizzato il trattamento sanitario obbligatorio in qualità di massima carica sanitaria del comune. Ebbene, pare che il dr. Guido Mastrosani, di professione medico, sia anche il medico condotto di molte delle persone ospitate nella struttura. Ai più questa circostanza sarebbe apparsa come una situazione di conflitto di interessi che, forse, il sindaco avrebbe dovuto evitare (per es. astenendosi e dando mandato al Vice Sindaco di concerto con l'assessore competente).

E mentre nel piccolo comune marchigiano si è scatenata una guerra tra fazioni opposte - chi sta con i denuncianti, e chi sta con gli operatori della casa famiglia - sta emergendo che il titolare della convenzione avrebbe precedenti per truffa, con condanne già eseguite in passato. Il Sindaco non ne era al corrente ?

Di certo c'è solo una cosa: non è finita qua.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 4773 volte

Antonella Flati
Antonella Flati

Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Trento, bocciato il DDL 24 su affidamento minori. Maffioletti: il difensore civico si dimetta

Trento. Di recente il Difensore civico, dott.ssa Daniela Longo, ha presentato una...

14/09/2014 - 11.23
Trento, bocciato il DDL 24 su affidamento minori. Maffioletti: il difensore civico si dimetta

Dalle associazioni un manuale contro gli allontanamenti facili dei figli da parte del Sistema

Il documento redatto dal CCDU (Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani), frutto della competenza...

26/08/2014 - 09.51
Dalle associazioni un manuale contro gli allontanamenti facili dei figli da parte del Sistema

Allontanamenti facili e abusi dei servizi, il Garante Spadafora: tutto ok, il sistema regge

Il Garante per l’Infanzia, Dr. Vincenzo Spadafora, meriterebbe una menzione speciale. Negli ultimi...

13/08/2014 - 08.58
Allontanamenti facili e abusi dei servizi, il Garante Spadafora: tutto ok, il sistema regge

Cognome materno ai figli: la rivoluzione forzata che non piace neanche al PD

"Penso sia necessaria una pausa nella discussione in quanto la legge sovverte regole millenarie....

17/07/2014 - 09.28
Cognome materno ai figli: la rivoluzione forzata che non piace neanche al PD

Bambino di Cittadella: chiesti due anni per la madre. Riconosciuto il maltrattamento psicologico

La vicenda del bambino di Cittadella (infinita come tutte quelle che hanno la sfortuna di essere...

05/07/2014 - 21.16
Bambino di Cittadella: chiesti due anni per la madre. Riconosciuto il maltrattamento psicologico

Ok della Camera al divorzio breve, il testo al Senato. Rotoli: Mediazione Familiare ancora al palo

Sì dell'Aula della Camera alla proposta di legge sul divorzio breve che riduce i tempi dello...

30/05/2014 - 15.33
Ok della Camera al divorzio breve, il testo al Senato. Rotoli: Mediazione Familiare ancora al palo


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 17 commenti


14.26  di lunedì 09/04/2012
scritto da  Antonello1
"niente di più spregevole che usare dei bambini e delle mamme così fragili per ritorsioni del tutto personali o fini politici"... Questo è ciò che scrive Mirella... che evidentemente ritiene che usare i papà per ritorsioni del tutto personali o fini politici sia meno spregevole...più tollerabile, meno colpevole.
Vorrei far notare che sembra lo stesso principio che usano molti magistrati nei tribunali italiani. Se un atto è fatto da una "povera" mamma risulta essere meno punibile di quello identico fatto dal "papà". Complimenti...e auguri di buona Pasqua a Mirella.

22.19  di sabato 07/04/2012
scritto da  mirella
niente di più spregevole che usare dei bambini e delle mamme così fragili per ritorsioni del tutto personali o fini politici! come si fa a muovere accuse così gravi senza avere la certezza di ciò che si dice? la verità ha molteplici facce, ma bisogna avere almeno la bontà di appurarla senza fidarsi di persone che stanno muovendo delle accuse senza delle prove serie se non un filmato montato ad hoc! leggendo Pasolini mai avrei pensato che potesse essere un così grande precursore, quanto parlava del pericolo televisione, cito" la televisione strumento di potere e potere essa stessa.... non c´Ã¨ dubbio che la televisione sia autoritaria e repressiva come mai nessun mezzo di informazione al mondo....il nuovo fascismo attraverso i nuovi mezzi di comunicazione e di inforamzione(specie la televisone) non solo ha scalfito l´anima del popolo italiano ma l´ha lacerata, violata, buttata per sempre ( da " scritti corsari") !!! certo che quando si parla di tv spazzatura di esempi ne abbiamo quanti ne vogliamo, specialmente se ciò che si persegue non è fare del vero giornalismo ma è solo strumentalizzare le persone che ingenuamente ascoltano pensando che chi è dall´altra parte dello schermo sia una persona corretta! spero che qualcuno si renda conto del male che sta causando, e soprattutto mi auguro che la comunità montaltese per prima invece di dividersi riacquisti un po´ di buon senso e si renda conto che avere una casa famiglia nel proprio territorio è una grande ricchezza umana e che invece di "ghettizzare" dovrebbe aprirsi all´accettazione dell´altro! spero che qualcuno si prenda la briga di leggere ciò che enti preposti come carabinieri, Nas, ecc. hanno verbalizzato dopo un´attenta ispezione! e spero vivamente che la Mussolini dedichi veramente il suo "prezioso " tempo a salvaguardare il bene di tante donne e uomini che subiscono violenze e soprusi( prostitute, extracomunitari mal pagati, sfruttati, bambini di strada...) e della scuola pubblica dove gli alunni sono costretti a stare per 5, 6 ore in 35 in aule piccole senza vie di fuga e in seminterrati,di asili o scuole private che non rispettano le più scontate norme di sicurezza, l´elenco potrebbe continuare per pagine e pagine!per chi vuole il bene dei bambini o dei meno fortunati il lavoro non manca! quindi l´interrogazione parlamentare, per non sprecare i nostri soldi e tempo, la amplierei inserendoci altre problematiche sociali altrettanto importanti! auguro a tutti buon lavoro

14.27  di sabato 07/04/2012
scritto da  Elio FRANCESCONI
... e se fosse stato un "papà" la Mussolini sarebbe andata in televisione?

Poche settimane fa è accaduto un episodio analogo nei pressi di Milano (mi pare a Rho) ma il protagonista era un papà. Nessun titolo sui giornali, nessun passaggio in tivvù, la Mussolini non la vide nessuno...

Sensibilità o ipocrisia?

12.17  di venerdì 06/04/2012
scritto da  Antonello1
Giusto...condivido pienamente... il problema non è mediaset o rai, il problema è il marcio che gira attorno ai bambini. Pensate solo a quanta disonestà intellettuale esiste in tutti quei giornalisti moralisti che scatenano l´opinione pubblica per gli argomenti che a loro più interressano e poi restano totalmente indifferenti a certi fenomeni sociali distruttivi come le sentenze di separazione,gli affidamenti esclusivi mascherati da condivisi, le relazioni degli assistenti sociali che preferiscono lasciare un bimbo nelle mani di una donna prostituta, tossicodipendente, pur di non affidarlo al padre. Sono decenni che la magistratura civile fa scempio dei padri separati, mettendo sotto i piedi l´art. 3 della costituzione e abusando del loro potere. Eppure nessuno parla, tutti tacciono, non si scatenano le folle, non si scatena l´indignazione...come mai? Penso ad un Santoro con la bava alla bocca per l´odio contro Berlusconi e non riesco ad immaginarlo con altrattanto vigore per l´indignazione contro le sentenze preconfezionate. Penso ad un Vespa... poverino sempre supino, al servizio del potere, non riesco a credere che possa mettersi contro la magistratura civile anche di cassazione. L´unico, forse per paura di rimetterci in temrini di carriera, che ha avuto il coraggio di metterci la faccia, è stato Timperi che invece ha guadagnato e non poco in termini di stima e apprezzamento.
"E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l´eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l´effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all´organizzazione politica, economica e sociale del Paese." Penso al totale immobilismo da parte del Parlamento affinchè ciò che è scritto nella costituzione venga effettivamente applicato e fatto applicare. Penso a quanta discriminazione e accanimento esiste contro gli uomini che vogliono fare i padri rispetto a quanto scritto nella costituzione...eppure nessuno parla, tutti o molti fanno finta di niente...
Hai ragione non è un problema di rai o mediaset...è un problema di giornalisti, di libertà di stampa e di veri giornalisti, quelli scomodi che non stanno al servizio dei potenti di turno, quelli che denunciano le storture, le porcherie e gli abusi da qualunque punto o autorità arrivino.

19.20  di giovedì 05/04/2012
scritto da  raffaele bottacchi
E poi "orologio" se fosse stato/a a Roma il 5 Ottobre si sarebbe resa conto che tante denunce arrivavano proprio da chi negli Istituti ci lavora tutti i giorni. Ma Lei in che Istituto sta? Ce lo dica.


1 - 2 - 3 - 4


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2014 - Codice Fiscale: 97611760584 - Designed by Alessio