Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

´Aforismi satanici. Il femminismo estremo e la Famiglia´ - di Alvaro Del Prete

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


´Aforismi satanici. Il femminismo estremo e la 

Famiglia´ - di Alvaro Del Prete

19/03/2010 - 12:34

Il femminismo è morto. No, il femminismo è vivo. Ciò che sta morendo, in Italia, è la Famiglia. Non è un´agonia improvvisa, la sua, ma una cottura a fuoco lento da almeno 50 anni, sorretta da una efficacissima propaganda culturale che ci permettiamo di sviscerare (in minima parte) in quest´articolo. E se pensate che gli slogan femministi siano "roba passata", vi sbagliate. E´ ancora vivo, in pieno 2010, l´odio verso l´uomo, e il desiderio di rivalsa ha lasciato il posto a sogni di morte. Pena minima: l´evirazione. Il nemico: il maschio. Comune denominatore: la Famiglia. Leggete pure:

- "La famiglia nucleare dev´essere distrutta... qualunque sia il significato finale, lo sfascio delle famiglie è adesso un processo obiettivamente rivoluzionario" -- Linda Gordon

- "Ritengo che l´odiare i maschi sia un onorevole e vitale atto politico, gli oppressi hanno il diritto di odiare l´intera classe che li sta opprimendo" -- Robin Morgan, Ms. Magazine Editor. 

- "Non possiamo distruggere le iniquità fra gli uomini e le donne finchè non distruggeremo il matrimonio" -- Robin Morgan (Sisterhood Is Powerful, (ed), 1970, p. 537);

- "Io sostengo che lo stupro esista ogni volta che il rapporto sessuale non è stato avviato dalla donna, scaturito dal proprio desiderio e affetto genuino" -- Robin Morgan

- "Definire un uomo come un animale e fargli un complimento; l´uomo è una macchina, un vibratore ambulante". Valerie Solanas, Authoress of the SCUM Manifesto

- "Io voglio vedere un uomo picchiato a sangue e con un tacco a spillo conficcato nella sua bocca, come una mela nella bocca di un porco" -- Andrea Dworkin

- "Il matrimonio è un´istituzione che si è sviluppata dalla pratica dello stupro" -- Andrea Dworkin

- "Il Femminismo è la teoria, il Lesbianismo è la pratica" -- Ti-Grace Atkinson

- "Gli uomini ingiustamente accusati di stupro possono comunque imparare da tale esperienza" --Catherine Comins

- "Non voglio mettermi nella condizione di spiegare a un bambino maschio di 9 anni il perchè io sono convinta che sia OK per le bambine di indossare magliette che rivelino la loro superiorità nei confronti dei bambini maschi" --Treena Shapiro

- "Noi siamo, come genere, infinitamente superiori agli uomini." -- Elizabeth Cady Stanton

- "Sono fermamente convinta che una donna ha il diritto di giustiziare un uomo che l´ha stuprata" --Andrea Dworkin

- "Qualsiasi rapporto sessuale, anche il sesso consensuale all´interno del matrimonio, è un atto di violenza perpetrato contro una donna". --Catherine MacKinnon

- "Dobbiamo terrorizzarli ancora ed ancora e distruggerli come potere, finchè anche l´ultima loro voce verrà azzittita... allora avremo distrutto il nucleo della famiglia, la norma eterosessuale... e questo sarà il nostro contributo alla storia del mondo" --- Françoise d´Eaubonne, 1974

- "Tutti gli uomini che stanno combattendo e piangendo per ottenere la custodia condivisa dei figli sono proprio quegli uomini che non meritano nessuna custodia. Non sono altro che violentatori e pedofili". --Cindy Ross

- "Dal momento che il matrimonio costituisce una schiavitù per le donne, è chiaro che il Movimento delle Donne debba concentrarsi per attaccare questa istituzione. La libertà per le donne non potrà essere acquisita finchè il matrimonio non verrà abolito" --Sheila Cronan, Leader Femminista

- "Il matrimonio è da sempre esistito per il beneficio degli uomini; ed è stato un metodo legalmente sanzionato per controllare le donne... Dobbiamo distruggerlo. La fine dell´istituzione del matrimonio è una condizione necessaria per la liberazione delle donne. E´ per noi quindi importante incoraggiare le donne a lasciare i loro mariti e non vivere da sole con gli uomini... Tutta la storia dovrà essere riscritta in termini di oppressione delle donne. Dobbiamo ritornare alle antiche religioni femminili come la stregoneria" --dalla "Dichiarazione di Femminismo", Novembre 1971

- "Più divento famosa e potente, e più potere ho per far del male agli uomini" --Sharon Stone

- "Regola Numero 10: picchialo regolarmente sulla testa con la tua scarpa" --Sharon Stone (dichiarazione fatta durante il talk show ´On David Letterman´, in cui presentò una lista di 10 cose da fare per mantenere il tuo uomo)

- "Il sesso è la croce nel quale le donne vengono crocifisse. Il sesso può quindi solamente essere definito come stupro universale" --Hodee Edwards

- "Il romanticismo altro non è che stupro adornato da un aspetto prezioso" --Andrea Dworkin

- "La famiglia nucleare è un focolaio di violenza e depravazione" --Gordon Fitch

- "Le femministe hanno da sempre criticato il matrimonio come un luogo di oppressione, pericolo e schiavitù per le donne" -- Barbara Findlen

Pensate che il nostro Paese sia privo di soggetti femminili così ? Non esattamente. To be continued...


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia stata letta 6177 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Trentino, in calo il numero dei minori allontanati da casa. In futuro la Rete Prossimale di famiglie

Trento. Indicazioni utili sono emerse al convegno “Minori: migliorare si può?...

11/10/2014 - 14.15
Trentino, in calo il numero dei minori allontanati da casa. In futuro la Rete Prossimale di famiglie

Trento, bocciato il DDL 24 su affidamento minori. Maffioletti: il difensore civico si dimetta

Trento. Di recente il Difensore civico, dott.ssa Daniela Longo, ha presentato una...

14/09/2014 - 11.23
Trento, bocciato il DDL 24 su affidamento minori. Maffioletti: il difensore civico si dimetta

Dalle associazioni un manuale contro gli allontanamenti facili dei figli da parte del Sistema

Il documento redatto dal CCDU (Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani), frutto della competenza...

26/08/2014 - 09.51
Dalle associazioni un manuale contro gli allontanamenti facili dei figli da parte del Sistema

Allontanamenti facili e abusi dei servizi, il Garante Spadafora: tutto ok, il sistema regge

Il Garante per l’Infanzia, Dr. Vincenzo Spadafora, meriterebbe una menzione speciale. Negli ultimi...

13/08/2014 - 08.58
Allontanamenti facili e abusi dei servizi, il Garante Spadafora: tutto ok, il sistema regge

Cognome materno ai figli: la rivoluzione forzata che non piace neanche al PD

"Penso sia necessaria una pausa nella discussione in quanto la legge sovverte regole millenarie....

17/07/2014 - 09.28
Cognome materno ai figli: la rivoluzione forzata che non piace neanche al PD

Bambino di Cittadella: chiesti due anni per la madre. Riconosciuto il maltrattamento psicologico

La vicenda del bambino di Cittadella (infinita come tutte quelle che hanno la sfortuna di essere...

05/07/2014 - 21.16
Bambino di Cittadella: chiesti due anni per la madre. Riconosciuto il maltrattamento psicologico


Le Notizie pi Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 7 commenti


01.39  di lunedì 14/11/2011
scritto da  Sandro
Tra le varie ignobiltà che il mondialismo sta creando, oltre all´omologazione dei popoli, la distruzione delle religioni, ecc., c´è anche questo: la distruzione dell´identità maschile e femminile, così come voluto dalla Natura e/o da Dio (per chi crede). L´uomo accusato di essere una bestia feroce, ma nella realtà "ridotto" ad essere un pupazzo infinocchiato, e la donna esaltata come intelligente, forte, ecc., ma nella realtà, defemminilizzata e perennemente usata come oggetto sessuale.
Vincerà il mondialismo o gli uomini e le donne di buon senso? Sicuramente esso ha ottenuto diverse vittorie (si pensi, tra le altre cose, alle donne-soldato come esempio di defemminilizzazione e alle sempre presenti immagini di donne nude e ammiccanti che i mass-media ci propongono, come esempio di donne-oggetto; oppure all´immagine dell´uomo privo di volontà e idee e anche un po´ gay, magari tutto muscoli, ma sempre pronto ad inginocchiarsi davanti alla donna e ad assecondare le sue idee false e ultrafemministe, inculcate sia a lui che a lei con una sempre maggiore, e quanto mai sottile, violenza psicologica) ma non credo che abbia vinto la guerra, poiché non può sdradicare completamente la vera natura di maschi e femmine, perché siamo fatti così e non c´è verso di fare di noi il nostro contrario; al massimo potrà avere, come purtroppo sta avendo, dei successi propagandistici, di carattere sociologico e di scarsissima valenza naturale e quindi anche interiore e spirituale.
Ovviamente il discorso non può essere liquidato in due parole, ma si dovrebbe approfondire.

15.50  di giovedì 18/03/2010
scritto da  stefano
non così raramente, vedo atteggiamenti provocatori e femministi soprattutto nelle giovani. più precisamente una ipocrita rivalsa sull´uomo, al quale vengono riversate imprecisate colpe e responsabilità. più in generale mi capita di leggere disprezzo e superiorità nei confronti dell´uomo. così come leggo vittimismo doppiezza e presunzione tra le donne ...
il femminismo non è morto, anzi vivo e vegeto, è ovunque all´interno della società, soprattutto nell´ambito del lavoro e della scuola --

09.59  di giovedì 0000-00-00 00:0
scritto da  s72
Chissà se qulacuna di queste illustri pensatrici ha figli maschi. Un giorno potrebbe capitare anche ai loro figli di incontrare donne così, e forse allora sarebbero più inclini a ragionare in maniera più sensata...

07.59  di giovedì 0000-00-00 00:0
scritto da  tony
...esaltate al ounto di sfociare nella nevrosi.
Non è così che ci si pone sul piano della parità civile e di genere.......

07.55  di giovedì 0000-00-00 00:0
scritto da  Anto "Novara"
Ma le donne sono più felici?

Sorge però un dubbio: se i diversi ruoli tradizionali svolti dagli uomini e dalle donne non sono il frutto dell’oppressione patriarcale, ma di libere scelte che esprimono la natura maschile e femminile, le femministe non rischiano di creare infelicità nelle donne, costringendole a compiti non propri ammesso che ci potrebbe effettivamente essere qualcosa nella natura delle donne che le porta a trovare la felicità nella famiglia e nella casa. Se l’agiografia femminista ha imposto con successo come modello unico a cui aspirare quello della donna che lavora, studi sociologici hanno dimostrato che separare un bambino dalla madre troppo presto o per troppo tempo rischia di provocare danni a lungo termine su quel bambino.

Se le donne spesso preferiscono il part-time per stare con i propri figli non è perché sono indotte a sacrificarsi dai condizionamenti della società tradizionali, ma perché difficilmente la propria felicità può sussistere se i propri figli sono infelici. Per le femministe radicali, invece, queste donne sono da considerare dei soggetti da rieducare perché incapaci di capire da sole che è nel loro interesse optare per il lavoro a tempo pieno e privilegiare la propria autorealizzazione rispetto alla cura in prima persona dei propri figli
Il sistematico disprezzo del maschio (occidentale)

Il femminismo radicale ha diffuso con successo una cultura che disprezza il maschio e tutti i caratteri solitamente associati alla mascolinità. Molte università occidentali prevedono dei corsi sul femminismo che diffondono un odio per gli uomini impensabile in qualsiasi altra parte del mondo. Nelle scuole dei paesi anglosassoni e del Nord Europa, i giovani maschi vengono sistematicamente attaccati per la loro identità e denigrati dalle insegnanti, che arrivano a provocare le femmine per farle adirare contro il sesso maschile. Fin da piccoli i maschi si sentono marchiati come il sesso violento e insensibile, e vivono in uno stato permanente di colpevolezza. La mentalità ingenerata dal femminismo organizzato suggerisce anche che i padri sono un elemento di poco conto all’interno della famiglia. Questo spiega perché i tribunali assegnino di regola i figli alla madre in caso di separazione, perché il parere del padre sulla decisione di abortire o meno non conti nulla, e perché i programmi televisivi e le pubblicità ritraggano raramente figure positive di uomini.

Questa pressione giuridica e culturale fa sì che siano sempre più numerose la famiglie in cui il padre è assente, perché respinto dalla moglie o perché scacciato e perseguitato dai tribunali imbevuti di ideologia femminista.
Anto. Novara


1 - 2


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilit civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2014 - Codice Fiscale: 97611760584 - Designed by Alessio