Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

DIFFAMAZIONE, Adiantum querela avv. Coffari e altre 4 persone

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


DIFFAMAZIONE, Adiantum querela avv. Coffari e altre 4 persone

06/01/2011 - 18.21

Da una nota del Presidente Turnario Andrea Carta riportiamo il deposito, avvenuto qualche giorno fa, di una querela per diffamazione aggravata presentata ai danni dell'avv. Girolamo Andrea Coffari, Presidente del Movimento per l'infanzia, della signora Marta Crotti e della signora Priscilla Orlandi (Nucleo Radiomobile Milano).

Nell'ambito della medesima sollecitazione di indagine, ADIANTUM ha preannunciato, per la giornata di domani, il deposito di una ulteriore querela per diffamazione ai danni di un medico pugliese e di una "blogger" (i nominativi di questi ultimi verranno resi noti nei prossimi giorni). Contro il medico pugliese, il Segretario di ADIANTUM Alessio Cardinale presenta anche una personale querela per diffamazione a mezzo internet.

Inoltre, dal momento che "i comportamenti delittuosi e diffamanti realizzatisi ed esposti hanno creato un danno di immagine all’Associazione ADIANTUM di ingente rilevanza", l'Associazione si è riservata di presentare analoga denuncia contro "tutti coloro che abbiano eventualmente concorso nelle eventuali ipotesi di reato che possano ravvisarsi dalla narrativa in atti, tra cui quella di diffamazione aggravata ex art. 595, primo e terzo comma, c.p., con istanza di punizione e condanna alla giusta pena nei confronti degli eventuali responsabili e con riserva di costituzione di parte civile nell’instaurando processo penale".

"Essere in disaccordo con le idee altrui è un sano esercizio di democrazia", afferma Alessio Cardinale, Segretario Nazionale ADIANTUM, "altra cosa è la diffamazione gratuita utilizzata per imporre le proprie idee su quelle degli altri. Quest'ultimo atteggiamento non ha nulla a che vedere con la Democrazia. Le affermazioni dei soggetti denunciati, poi, sono addirittura temerarie. Chi diffama, se proprio deve farlo, dovrebbe prima informarsi bene su ciò che scrive. Siamo aperti al dialogo e al confronto civile, ma l'utilizzo di questi mezzi sporchi va fermato. Da questo momento non tollereremo più altre attività diffamatorie, da parte di nessuno".

Il Presidente Turnario Andrea Carta comunica tutto il suo rammarico perchè parte dei fatti si sarebbero consumati durante un convegno organizzato dalla fondazione "Luca Barbareschi Onlus", che fa capo appunto al deputato di area finiana, nonchè famoso personaggio televisivo. "Chiederemo allo stimato on. Barbareschi", afferma Carta, "cosa c'entri lui con questi fatti. Abbiamo bisogno di spiegazioni formali".

ADIANTUM ha affidato la propria tutela al responsabile dell'Ufficio Legale, avv. Davide Romano (Foro di Bari, con studio nella capitale pugliese e a Roma), e si appresta a chiedere un notevole risarcimento economico, anche in nome di tutte le associazioni costituenti e aderenti. 


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 15534 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza è finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


22.24  di giovedì 06/01/2011
scritto da  Elio FRANCESCONI
Vi prego di mettere in linea il contenuto delle querele o almeno una sintesi. Giusto per conoscere i fatti.

Grazie.

19.35  di giovedì 06/01/2011
scritto da  Alessandro MB
Non mi è ben chiaro cosa abbiano fatto e detto le persone querelate, ma condivido appieno i concetti qui espressi.
Bisogna difendere la dignità di noi genitori (padri e madri) e la dignità di chi ci rappresenta in ogni modo e con ogni mezzo.
La dialettica civile, il confronto, le opinioni sono sempre tutte legittime, ma se si travalica il segno allora si fa bene ad adire alle vie legali.
Io per primo in tutte le vicende che sto subendo, non accetto da nessuno un comportamento che non sia almeno "legalmente" corretto, e non esito in nessun modo ad usare tutti gli strumenti legali per difendere le mie giuste posizioni che non sono mai state contro qualcuno, ma per la difesa dei diritti di mio figli ed i miei.
Bravi a tutti i soci di ADIANTUM, approvo anche la nuova linea che avete manifestato essere un riferimento per il futuro.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584