Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Arrestata Marinella Colombo su mandato d´arresto europeo. Dove sono i bambini ?

Le Associazioni raccontano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Arrestata Marinella Colombo su mandato d´arresto europeo. Dove sono i bambini ?

27/10/2010 - 22.08

Marinella Colombo è stata fermata con l'accusa di sottrazione di minori in esecuzione di un mandato di arresto europeo, eseguito dalle forze dell'ordine italiane che l'hanno condotta nel carcere milanese di San Vittore.

Il fermo, secondo quanto è stato spiegato dai legali, è avvenuto dopo che la donna si era presentata per fare dichiarazioni in un'udienza al Tribunale dei minori di Milano. Alla donna erano stati sottratti i figli dopo la rottura del suo matrimonio in Germania. Dopo essere tornata in Germania, Marinella Colombo aveva ripreso i figli ed era fuggita con loro,l con la conseguenza di un nuovo mandato d'arresto, eseguito oggi. "All'uscita dall'aula ci aspettavano due carabinieri che ci hanno comunicato l'esecuzione del provvedimento", ha spiegato il suo legale, Laura Cossar, che ora ricorrerà nuovamente alla Corte d'appello affinché sia respinta anche la nuova richiesta di estradizione. "Anche perché la Cassazione - spiega ancora l'avvocato - ci ha dato ragione una prima volta e ha detto che era legittimo che avesse portato con sé i figli. Non essendo giudice di merito, però non ha potuto revocare il mandato". Prima di salire a bordo di un'auto che l'ha portata nel carcere di San Vittore, Marinella Colombo, ha avuto un pensiero per i suoi bambini. "Sono in un luogo sicuro - ha detto l'avvocato Cossar - e con persone sicure". L'avvocato da sempre sostiene l'illegittimità dei provvedimenti dei giudici tedeschi, che sarebbero stati scavalcati dallo Jugendamt, un organismo che ci occupa di minori, fondato dal capo delle SS Heinrich Himmler e tuttora attivo, che spesso travalicherebbe le decisioni giurisdizionali.  


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia stata letta 3132 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Gesif Onlus, a Trieste un nuovo centro di sostegno per i genitori separati

Anche a Trieste sarà attivo un punto di riferimento per i genitori separati, nato per tutelare i figli minori coinvolti nelle...
14/03/2017 - 09:54
Gesif Onlus, a Trieste un nuovo centro di sostegno per i genitori separati

Adiantum, il prof. Villanova nominato nuovo responsabile scientifico

Nell’assemblea del 20 gennaio tenuta a Roma presso la sala Luigi Di Liegro di Palazzo Valentini, Adiantum – Associazione di...
29/01/2017 - 11:57
Adiantum, il prof. Villanova nominato nuovo responsabile scientifico

Un successo gli Adiantum Community Awards 2016 di Bergamo

Lo scorso 7 dicembre, al Liceo Mascheroni di Bergamo, si è tenuta la seconda edizione degli anuali “Adiantum Community...
30/11/2016 - 11:48
Un successo gli Adiantum Community Awards 2016 di Bergamo

Ardea, sabato 15 apre lo sportello di consulenza familiare Adiantum

Sabato 15 ottobre alle ore 17, Adiantum – Associazione di Aderenti Nazionale per la Tutela dei Minori –...
11/10/2016 - 17:12
Ardea, sabato 15 apre lo sportello di consulenza familiare Adiantum

ADIANTUM cresce ancora nel Lazio: nuova delegazione ad Ostia e nuova sede ad Ardea

In crescita ADIANTUM nel Lazio. Il coordinatore nazionale Massimiliano Gobbi, infatti, ha annunciato l'apertura della delegazione...
05/10/2016 - 15:48
ADIANTUM cresce ancora nel Lazio: nuova delegazione ad Ostia e nuova sede ad Ardea

Sottrazioni di minore in Slovacchia: cambio di nome. Il 29/9 il tema al Quirinale

L'associazione per la tutela dei diritti dei bambini italiani sottratti illegalmente in Slovacchia cambia denominazione e obiettivi...
29/09/2016 - 12:10
Sottrazioni di minore in Slovacchia: cambio di nome. Il 29/9 il tema al Quirinale


Le Notizie pi Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 3 commenti


01.10  di giovedì 20/01/2011
scritto da  NoiLiKuMagician
Ma sti bimbi sono ancora vivi? Non vi ha mai sfiorati questo quesito? Da giorni ormai mi sto letteralmente distruggendo passando anche più di 10 ore (die) alla ricerca di un indizio pure minimo, microscopico che possa rivelarci la loro esistenza in vita e il luogo nel quale vengono tenuti in Ostaggio. Ma niente, proprio niente. E´ evidente che questa volta la Dott. ha dato retta ai consigli del suo "Sapientino" ( Vi ricordate il gioco della ns. infanzia? Amico Italo-Allemano che parla sotto "copertura" Francese. Questa volta li ha proprio occultati con Maestria. Anche il video dell´unica intervista italiana del padre è intovabile sul Web. Ve ne sono tracce nell´Archivio Articoli qn.quotidiano.net , ma solo in forma cartacea e per giunta stringatissima.Digitare qn.quotidiano.net a fondopagina, Digitare Archivio Articoli, ora digitare Anno 2009, mese Novembre e Video intervista soggetto Tobias Ritter. Stavo commentando questa assenza di locuzioni Paterne; se dal lato cronaca rattrista, dal lato umano rasserena. Cioè il Sig. Ritter è fino ad oggi riuscito a preservare in modo quasi globale la sua Privacy per la sua salute psicofisica e per quella dei due minori a rischio. Quasi quasi mi vergogno di aver più volte fornito ai fruitori della rete nomi, indirizzi e altri dati non certo riservati ma comunque "Sensibili". Bravo Tobias, rimani un Vero "Piccolo" Signore.
In merito allo JAmt, non è che certe esasperate prevaricazioni ad opera delle Assistenti Sociali, discostino più di tanto dall´operato (D). Il caso della prematura dipartita del gemellino di Genova ( ma era poi Genova? ) dovrebbe farci riflettere. La famiglia era e adesso con intensità maggiore è molto impaurita dai Servizi Sociali e dal loro precedente operato, impaurita al punto da prendersi il rischio di perdere un pargolo, piuttosto di alzare la mano in richiesta di aiuto. Troppo rischioso, meglio di no......Zitto, Zitto il Nemico ti Ascolta!!!!!! Differenze?
Dovremmo imparare a pulire i panni sporchi in casa prima di incazzarci per la scarsità di IGGGGIENE che troviamo nelle case all´ Estero.

14.55  di giovedì 28/10/2010
scritto da  dadtux
Per completezza della notizia sarebbe meglio sentire anche la versione del padre, Tobias Ritter. I giornali italiani non lo prendono neppure in considerazione come parte di questa vicenda (è ovvio, "i figli sono proprietà delle mamme"). Si può leggere su QN l´unica intervista, rilasciata dal padre nel 2009 prima della seconda sottrazione:
http://graffitidaberlino.corriere.it/giardina.pdf

Per capire il senso dell´intervista bisogna però ricapitolare gli spostamenti dei minori: sono rimasti in Germania fino al settembre 2008, quando la madre li ha portati a Milano. Il tribunale tedesco ha decretato che invece dovevano rimanere in Germania. Il tribunale italiano ha eseguito la decisione tedesca e i minori sono tornati in Germania dal padre nel maggio 2009. Nel febbraio 2010 la madre li ha ripresi finchè il 27 ottobre 2010 è stata arrestata a Milano.

23.01  di mercoledì 27/10/2010
scritto da  Alessandro MB
La storia dei tribunali sembra una farsa.
Io in miei diversi commenti ho scritto una cosa che penso veramente, ovvero che in Italia i tribunali emettono sentenze analoghe a quelle che erano emesse nel periodo Fascista (quando mancava la libertà in modo ufficiale, ora manca ma ti vogliono fare credere di averla), quindi io ritengo con convinzione che tantissimi giudici Italiani emettono dei veri e propri provvedimenti Fascisti contro i figli e in generale contro i padri separati, ma non si tirano indietro dall´accanirsi anche contro dei genitori non separati,
però leggendo questo articolo è evidente che la Germania ancora una volta ci batte, avendo mantenuto anche lei degli organismi di un´altra epoca, addirittura Nazista!
Non c´è male, continuiamo pure così. Staremo a vedere se in questa vicenda questa volta vince il Fascismo con i tribunali Italiani, o il Nazismo con i tribunali Tedeschi.
Ma questi bambini? dove sono? dove vivono? con chi sono? cosa penseranno? che turbamenti e che paure avranno già fatto breccia nelle loro giovanissime menti che invece dovrebbero essere solo spensierate? che rapporto avranno con il padre? cosa penseranno?
Brutta vicenda, l´ennesima brutta vicenda.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilit civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2020 - Codice Fiscale: 97611760584