Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Genitori separati, ├â┬Ę guerra per le vacanze con i figli: piovono le denunce

Osservatorio sul Condiviso


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Genitori separati, ├â┬Ę guerra per le vacanze con i figli: piovono le denunce

27/08/2010 - 18.24

Vacanze estive trasformate in guerra combattuta a suon di denunce penali: è quanto succede ai genitori separati che si contendono i figli. "I nostri cellulari sono roventi in luglio e agosto - spiega Gian Ettore Gassani, presidente dell'associazione Avvocati matrimonialisti italiani (Ami)-. C'è chi parte per il mare e non comunica all'altro genitore la località e non risponde al cellulare, oppure non rispetta 'i turni' concordarti, oppure certificato medico alla mano sostiene che il figlio è ammalato e non lo lascia partire".

Nel 2009, nei mesi di luglio e agosto, sono state 820 le denunce penali presentate in 15 regioni e monitorate dall'osservatorio di Adiantum, l'associazione cui aderiscono 33 associazioni  di genitori. "Quest'anno forse saranno un po' meno. Nel 95% dei casi registrati sono state le madri a violare quanto disposto dai giudici in tema di turni di cura dei figli - spiega Alessio Cardinale, segretario nazionale di Adiantum -. Purtroppo in estate i tribunali sono deserti e quindi se una madre decide di tenerseli per tutto il periodo in villeggiatura, il padre non può farci nulla, nessuno è in grado di intervenire. Gli avvocati possono al limite scrivere una lettera all'avvocato della controparte".   In Italia ogni anno si separano circa 80mila coppie e 50mila arrivano al divorzio. Spesso in mezzo ci sono i figli: nel 2009 sono stati 149.339, di cui 91.901 minorenni. "I figli diventano in molti casi il bottino di guerra, lo strumento per vendicarsi sul coniuge - aggiunge l'avvocato Gassani -. Anche quando la separazione è consensuale nascono gravi conflitti nella gestione dei figli e in particolare durante le vacanze estive". Nel 2006 la legge 54 ha introdotto l'affidamento condiviso dei figli: mamma e papà sono entrambi responsabili della cura ed educazione della prole.

"Purtroppo è solo formale - sottolinea il presidente dei matrimonialisti -, perché nel 90% dei casi rimane prevalente la figura della madre". Mancano strutture e risorse per ridurre la conflittualità fra i separati. "Ogni separazione, anche quella consensuale, dovrebbe essere accompagnata dall'intervento di uno psicologo - spiega Gian Ettore Gassani -. Dovrebbe aiutare i genitori a non usare i figli per regolare i conti: e questo nel primario interesse dei minori che sono poi quelli che pagano conseguenze pesanti dal punto di vista psicologico. Il comportamento scorretto degli adulti pregiudica il diritto dei minori a crescere contando sia sulla figura materna che paterna".  

Chi commette l'abuso vince. "Non conviene neanche fare la denuncia - afferma Domenico Fumagalli, presidente dell'Associazione papà separati della Lombardia -. In queste ultime due settimane mi hanno chiamato sette padri che lamentavano di non riuscire a stare con i figli. Ogni anno registriamo 30/40 casi. È un dramma senza soluzione, che si ripete ogni estate. E le denunce sono solo un costo: gli avvocati scrivono montagne di lettere alle controparti e non servono a nulla se non ad aumentare le loro parcelle".


Fonte: affaritaliani.it

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 8109 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Condiviso, depositato al Senato il ddl 2421. Rotoli: nessuno faccia ostruzionismo

"A nostro parere, questo disegno di legge è l'unico, tra i tanti e pregevoli presentati...

28/09/2016 - 11:59
Condiviso, depositato al Senato il ddl 2421. Rotoli: nessuno faccia ostruzionismo

Principio di BigenitorialitÓ nella Scuola, Rotoli: ogni genitore intervenga

Con la firma della Circolare n. 5336 del 2 settembre 2015, dopo ben nove anni di ritardo, veniva firmato il...

02/09/2016 - 15:03
Principio di BigenitorialitÓ nella Scuola, Rotoli: ogni genitore intervenga

BigenitorialitÓ: tra il dire ed il fare la differenza la fa ancora il tribunale

Il diritto alla Bigenitorialità, in Italia, è uno di quegli aspetti della nostra vita familiare...

24/06/2016 - 16:24
BigenitorialitÓ: tra il dire ed il fare la differenza la fa ancora il tribunale

Registro della BigenitorialitÓ, parte da Ardea il cammino verso Roma

Il Consiglio comunale di Ardea nella giornata odierna ha approvando il registro della Bigenitorialità...

17/06/2016 - 18:11
Registro della BigenitorialitÓ, parte da Ardea il cammino verso Roma

A Milano il Registro Bigenitoriale si arena in commissione Affari Istituzionali

Nessuna società può definirsi civile se non tutela i suoi bambini Nessuna società, per...

29/02/2016 - 13:29
A Milano il Registro Bigenitoriale si arena in commissione Affari Istituzionali

La scuola scopre la bigenitorialitÓ (dopo 10 anni)! di Marcello A. Mazzola

La legge sull’affidamento condiviso (L. 54/2006) oramai compie 10 anni. E’ stata...

08/09/2015 - 16:05
La scuola scopre la bigenitorialitÓ (dopo 10 anni)! di Marcello A. Mazzola


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 11 commenti


16.26  di mercoled├Č 20/06/2012
scritto da  Franca
Ho letto l´articolo e un po´ mi veniva da ridere, tutti che litigano per i figli e queste madri un po´ irresponsabili che sembrano "scappare" di nascosto con la prole, durante le vacanze. Interessante e istruttivo. Perch├ę mi faceva ridere? perch├ę io ho il problema opposto, un ex marito che un mesetto fa mi ha detto che lui d´estate ha da fare e quindi niente vacanze per i figli. Bello no? Non c´├Ę scampo, gli squilibri sono il nostro pane...povero mondo!

15.56  di domenica 13/03/2011
scritto da  guglielmo
leggendo queste cose..che sono le stesse che capitano a me,devo dire
dobbiamo fare qualcosa!!!
facciamoci sentire ..non solo quando e un giocatore di calcio che parla alla tv.
andiamo a roma..tutti!!!

12.30  di mercoled├Č 05/01/2011
scritto da  gaetano da napoli
salve volevo sapere chi sa a chi ci dobbiamo rivolgere per avere un po dei nostri diritti gli avvocati ? no il mio e stato a favore dall´inizio con la controparte e quando ho chiesto di intervenire perche la ex mi vietava di portare i miei bambini al mare lui mi rispose " ma lasci stare io adesso sto in vacanza faccia come gli pare che e giusto " io nel modo sbagliato non ha passato gli alimenti perche per me era l´inica arma che potevo usare per ottenere questa cosa e invece mi ritrovo stipendio pignorato denuncia penale e in piu con le minaccie della controparte che i dicesse se lei denuncia la sua ex io la denuncio penalmente questo e perche non me li a fatto vedere a natale e e capodanno perche stava a sorrento !poi ogni tanto cerco di trovare un accordo per i bambini lei dice sempre parla con l´avvocato e stacco il telefono e diventa irrangiungibile per giorni per cortesia mi sapete dire come devo fare ? premettendo che non posso mettere piu un avvocato perche sono gia un operaio che prendeva 1050euri al mese con 600 mantenimento e 400 di affitto e adesso ce il pignoramento non so come fare ?? grazie e scusate

14.27  di marted├Č 07/09/2010
scritto da  Joseph
Visto e considerato come si svolgono le disavventure dei padri separati, preso atto che non interesa a nessuno,
PQM : Dobbiamo essere UNITI e pensare di costituire un partito
che tuteli Noi e nostri Figli e i nostri diritti.

11.27  di gioved├Č 02/09/2010
scritto da  Redazione
Per il sig. Poldrugo. Il suo commento ├Ę stato corretto laddove riportava una frase provocatoria nei confronti di un noto esponente di una associazione. Liberissimo di farlo (magari al diretto interessato, visto che ├Ę facilmente reperibile....), ma non qui, dove chi pubblica si sottopone ad un rischio che lei, invece, non corre affatto. Grazie


1 - 2 - 3


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2016 - Codice Fiscale: 97611760584