Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Genitori separati, è guerra per le vacanze con i figli: piovono le denunce

Osservatorio sul Condiviso


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Genitori separati, è guerra per le vacanze con i figli: piovono le denunce

27/08/2010 - 18.24

Vacanze estive trasformate in guerra combattuta a suon di denunce penali: è quanto succede ai genitori separati che si contendono i figli. "I nostri cellulari sono roventi in luglio e agosto - spiega Gian Ettore Gassani, presidente dell'associazione Avvocati matrimonialisti italiani (Ami)-. C'è chi parte per il mare e non comunica all'altro genitore la località e non risponde al cellulare, oppure non rispetta 'i turni' concordarti, oppure certificato medico alla mano sostiene che il figlio è ammalato e non lo lascia partire".

Nel 2009, nei mesi di luglio e agosto, sono state 820 le denunce penali presentate in 15 regioni e monitorate dall'osservatorio di Adiantum, l'associazione cui aderiscono 33 associazioni  di genitori. "Quest'anno forse saranno un po' meno. Nel 95% dei casi registrati sono state le madri a violare quanto disposto dai giudici in tema di turni di cura dei figli - spiega Alessio Cardinale, segretario nazionale di Adiantum -. Purtroppo in estate i tribunali sono deserti e quindi se una madre decide di tenerseli per tutto il periodo in villeggiatura, il padre non può farci nulla, nessuno è in grado di intervenire. Gli avvocati possono al limite scrivere una lettera all'avvocato della controparte".   In Italia ogni anno si separano circa 80mila coppie e 50mila arrivano al divorzio. Spesso in mezzo ci sono i figli: nel 2009 sono stati 149.339, di cui 91.901 minorenni. "I figli diventano in molti casi il bottino di guerra, lo strumento per vendicarsi sul coniuge - aggiunge l'avvocato Gassani -. Anche quando la separazione è consensuale nascono gravi conflitti nella gestione dei figli e in particolare durante le vacanze estive". Nel 2006 la legge 54 ha introdotto l'affidamento condiviso dei figli: mamma e papà sono entrambi responsabili della cura ed educazione della prole.

"Purtroppo è solo formale - sottolinea il presidente dei matrimonialisti -, perché nel 90% dei casi rimane prevalente la figura della madre". Mancano strutture e risorse per ridurre la conflittualità fra i separati. "Ogni separazione, anche quella consensuale, dovrebbe essere accompagnata dall'intervento di uno psicologo - spiega Gian Ettore Gassani -. Dovrebbe aiutare i genitori a non usare i figli per regolare i conti: e questo nel primario interesse dei minori che sono poi quelli che pagano conseguenze pesanti dal punto di vista psicologico. Il comportamento scorretto degli adulti pregiudica il diritto dei minori a crescere contando sia sulla figura materna che paterna".  

Chi commette l'abuso vince. "Non conviene neanche fare la denuncia - afferma Domenico Fumagalli, presidente dell'Associazione papà separati della Lombardia -. In queste ultime due settimane mi hanno chiamato sette padri che lamentavano di non riuscire a stare con i figli. Ogni anno registriamo 30/40 casi. È un dramma senza soluzione, che si ripete ogni estate. E le denunce sono solo un costo: gli avvocati scrivono montagne di lettere alle controparti e non servono a nulla se non ad aumentare le loro parcelle".


Fonte: affaritaliani.it

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia stata letta 6494 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


False accuse, interessi e uso strumentale dei figli: il M5S presenta interrogazione

Anche il M5S, per bocca dei suoi parlamentari Pepe, Casaletto e Campanella, sollecitano il Ministro...

05/07/2014 - 16.26
False accuse, interessi e uso strumentale dei figli: il M5S presenta interrogazione

Decreto Filiazione, storia di una involontaria coincidenza. Noti esecutori e mandanti

Ora che son passati due mesi dalla porcata di capodanno, si ha la sensazione che quanti hanno scommesso...

03/03/2014 - 18.43
Decreto Filiazione, storia di una involontaria coincidenza. Noti esecutori e mandanti

Il cinico tribunale dei minorenni di Roma... - di Giuseppe Augello

Fino al 2011 c’era un bambino che aveva un rapporto di grande attaccamento al padre, nonostante le...

03/01/2014 - 13.45
Il cinico tribunale dei minorenni di Roma... - di Giuseppe Augello

Al tribunale dei minori di Roma conta solo limitare la frequenza con i figli

di Fabio Nestola. Ci risiamo. Il principio di bigenitorialità proprio non riesce ad entrare nel...

13/11/2013 - 15.36
Al tribunale dei minori di Roma conta solo limitare la frequenza con i figli

Il Sistema non riconosce il proprio ruolo nel costruire i conflitti tra genitori

di Fabio Nestola. "C’è una forte conflittualità...",...

04/10/2013 - 18.08
Il Sistema non riconosce il proprio ruolo nel costruire i conflitti tra genitori

Il diritto dei figli al vero affido condiviso deve essere asessuato

Da più parti, dati alla mano, piovono dubbi velati (ma non troppo) sull’imparzialità...

13/07/2013 - 11.56
Il diritto dei figli al vero affido condiviso deve essere asessuato


Le Notizie pi Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 11 commenti


16.26  di mercoledì 20/06/2012
scritto da  Franca
Ho letto l´articolo e un po´ mi veniva da ridere, tutti che litigano per i figli e queste madri un po´ irresponsabili che sembrano "scappare" di nascosto con la prole, durante le vacanze. Interessante e istruttivo. Perché mi faceva ridere? perché io ho il problema opposto, un ex marito che un mesetto fa mi ha detto che lui d´estate ha da fare e quindi niente vacanze per i figli. Bello no? Non c´è scampo, gli squilibri sono il nostro pane...povero mondo!

15.56  di domenica 13/03/2011
scritto da  guglielmo
leggendo queste cose..che sono le stesse che capitano a me,devo dire
dobbiamo fare qualcosa!!!
facciamoci sentire ..non solo quando e un giocatore di calcio che parla alla tv.
andiamo a roma..tutti!!!

12.30  di mercoledì 05/01/2011
scritto da  gaetano da napoli
salve volevo sapere chi sa a chi ci dobbiamo rivolgere per avere un po dei nostri diritti gli avvocati ? no il mio e stato a favore dall´inizio con la controparte e quando ho chiesto di intervenire perche la ex mi vietava di portare i miei bambini al mare lui mi rispose " ma lasci stare io adesso sto in vacanza faccia come gli pare che e giusto " io nel modo sbagliato non ha passato gli alimenti perche per me era l´inica arma che potevo usare per ottenere questa cosa e invece mi ritrovo stipendio pignorato denuncia penale e in piu con le minaccie della controparte che i dicesse se lei denuncia la sua ex io la denuncio penalmente questo e perche non me li a fatto vedere a natale e e capodanno perche stava a sorrento !poi ogni tanto cerco di trovare un accordo per i bambini lei dice sempre parla con l´avvocato e stacco il telefono e diventa irrangiungibile per giorni per cortesia mi sapete dire come devo fare ? premettendo che non posso mettere piu un avvocato perche sono gia un operaio che prendeva 1050euri al mese con 600 mantenimento e 400 di affitto e adesso ce il pignoramento non so come fare ?? grazie e scusate

14.27  di martedì 07/09/2010
scritto da  Joseph
Visto e considerato come si svolgono le disavventure dei padri separati, preso atto che non interesa a nessuno,
PQM : Dobbiamo essere UNITI e pensare di costituire un partito
che tuteli Noi e nostri Figli e i nostri diritti.

11.27  di giovedì 02/09/2010
scritto da  Redazione
Per il sig. Poldrugo. Il suo commento è stato corretto laddove riportava una frase provocatoria nei confronti di un noto esponente di una associazione. Liberissimo di farlo (magari al diretto interessato, visto che è facilmente reperibile....), ma non qui, dove chi pubblica si sottopone ad un rischio che lei, invece, non corre affatto. Grazie


1 - 2 - 3


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilit civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2014 - Codice Fiscale: 97611760584 - Designed by Alessio